Rifondazione Comunista diffida Sgarbi a non affiancare il proprio nome al suo

Rifondazione Comunista diffida Sgarbi a non affiancare il proprio nome al suo

Rifondazione Comunista si dice “incompatibile con la presenza dell'Ex Sindaco di Salemi, con le forze politiche che lo appoggiano e con tutti i personaggi che hanno portato Sutri al punto più basso della partecipazione democratica e della vivibilità”.

ADimensione Font+- Stampa

Rifondazione Comunista diffida Sgarbi a non affiancare il proprio nome al suo. “Di nuovo – scrive il circolo di Sutri del Partito della Rifondazione Comunista – ci troviamo costretti a chiarire e ribadire che il Circolo del P.R.C. di Sutri sostiene la Lista Civica di Lillo Di Mauro, condividendone in larga parte gli orientamenti programmatici ed apprezzando la validità di tutti i sui giovani candidati e che nessuno dei suoi iscritti è inserito nella lista “Rinascimento” di Vittorio Sgarbi o la sostiene”.

Rifondazione Comunista si dice “incompatibile con la presenza dell’Ex Sindaco di Salemi, con le forze politiche che lo appoggiano e con tutti i personaggi che hanno portato Sutri al punto più basso della partecipazione democratica e della vivibilità”.

Ecco dunque la diffida nei confronti di Vittorio Sgarbi “a fare riferimento e ad utilizzare ancora in modo improprio il nome del Partito della Rifondazione Comunista”.