Il nero di Whatsapp “dietro a Chiara Frontini”. La candidata: “Battuta sessista”

Il nero di Whatsapp “dietro a Chiara Frontini”. La candidata: “Battuta sessista”

Il nero di Whatsapp entra nella campagna elettorale di Viterbo. Un fotomontaggio che ironizza sull'ultima campagna di comunicazione politica realizzata da Viterbo2020 a sostegno del suo candidato sindaco Chiara Frontini. Dietro alla squadra che sostiene il candidato Frontini appare il famosissimo "nero di Whatsapp". Figura diventata virale e declinata in tantissime forme grafiche e in circolo da mesi attraverso i social e i messaggi appunto di Whatsapp.

ADimensione Font+- Stampa

Il nero di Whatsapp entra nella campagna elettorale di Viterbo. Un fotomontaggio che ironizza sull’ultima campagna di comunicazione politica realizzata da Viterbo2020 a sostegno del suo candidato sindaco Chiara Frontini. Dietro alla squadra che sostiene il candidato Frontini appare il famosissimo “nero di Whatsapp”. Figura diventata virale e declinata in tantissime forme grafiche e in circolo da mesi attraverso i social e i messaggi appunto di Whatsapp.

La diretta interessata ha deciso di intervenire e commentare il fatto dalla sua pagina Facebook: “Voglio spendere due parole serie su questo “remake” che gira da qualche giorno. Il tema è uno e semplice: se non fossi stata una donna, di certo a nessuno sarebbe venuta in mente una battuta così, tanto scontata quanto sessista.

Voglio ringraziare gli ignoti autori che mi permettono di ricordare quanto sia importante che le donne si impegnino e siano rappresentate ai massimi livelli della politica, dell’imprenditoria, della decisione. Grazie alle donne di questa meravigliosa squadra, che di questo impegno fanno quotidianamente la loro bandiera.

Quindi avanti senza tentennamenti, abbattiamo questo soffitto di cristallo e diamo alla nostra amata Viterbo una speranza di cambiamento”.