Forza Italia, il “bandolero stanco” Marini rientra nei ranghi e si prepara a mettersi in lista

Forza Italia, il “bandolero stanco” Marini rientra nei ranghi e si prepara a mettersi in lista

Convinto che alla fine della fiera sia meglio, ancora una volta, unire il proprio destino a quello del partito di sempre. Quel partito che tanto gli ha dato.

ADimensione Font+- Stampa

Il mare della vita politica è mosso per il “bandolero stanco” Giulio Marini. Dopo tanta contrapposizione col partito di nascita, dopo aver dato carburante al sogno “sabatiniano” di una lista del giovane per sostenere la sua candidatura a sindaco da civico e in contrapposizione a Forza Italia, dopo aver manovrato per mettere ancora Sabatini nella condizione di ascendere come sindaco della coalizione di centrodestra (oggi più sfasciata che possibile) Marini sarebbe pronto a mettersi in lista con la spilletta azzurra sul petto. 

Convinto che alla fine della fiera sia meglio, ancora una volta, unire il proprio destino a quello del partito di sempre. Quel partito che tanto gli ha dato. Un bel posto in lista da dove combattere per portare e portarsi voti. Riponendo fiducia nelle scelte che Forza Italia andrà a fare nei prossimi giorni. In uno scenario che in realtà è molto più aperto e ricco di possibilità di quanto gli osservatori del presente più banali possano credere.