Comunali, tra mille litiganti sarebbe pronto a formarsi un nuovo soggetto politico al centro

Comunali, tra mille litiganti sarebbe pronto a formarsi un nuovo soggetto politico al centro

Grande è la confusione sotto al cielo viterbese. Tanto grande nell'area di centrodestra, ala data per favorita alla vigilia del voto, visti i numeri del 4 marzo. Ma più passa il tempo e più il clima del 4 marzo si allontana, allenta, diventa rarefatto. E più passa il tempo e più gli alleati sembra sempre più destinati a perdere pezzi.

ADimensione Font+- Stampa

Grande è la confusione sotto al cielo viterbese. Tanto grande nell’area di centrodestra, ala data per favorita alla vigilia del voto, visti i numeri del 4 marzo. Ma più passa il tempo e più il clima del 4 marzo si allontana, allenta, diventa rarefatto. E più passa il tempo e più gli alleati sembra sempre più destinati a perdere pezzi.

E intanto i tessitori di trame politiche sono al lavoro. Dentro i partiti, fuori da questi, negli ambienti della città e fuori città naturalmente. Il livello nazionale sì, ma anche il livello regionale. Tutto scorre, direbbe Parmenide.

E dai mondi implosi inevitabilmente si stacca materiale. La carta Alessandro Usai, che La Fune per prima ha raccontato come prossima a essere calata sul tavolo dalla Lega, non è scivolata bene. Ha trovato resistenze e bloccato il gioco. Ci sarebbero altri nomi che potrebbero venire calati nelle prossime ore in vista delle prossime elezioni comunali. Perché di fatto è iniziata una pesca al “numero giusto”. Come accade con le tombolate, quando il pubblico invoca: “Mescola”. E il tabellone scuote il sacchetto e prova a tirare su il numero capace di chiudere il gioco.

Indiscrezioni parlano di movimento forte al centro, dove potrebbe nascere un soggetto nuovo. Inaspettato quanto potente. Perché la politica si fa con la visione ma anche con il peso reale. Seguiranno ore agitate, già nel pomeriggio o in tarda sera potrebbero esserci novità. Teniamoci forte.