Cerimonia di consegna dei diplomi per i laureati del polo Unitus di Civitavecchia

Cerimonia di consegna dei diplomi per i laureati del polo Unitus di Civitavecchia

Si è tenuta ieri la prima edizione della “Cerimonia di consegna dei diplomi di laurea” – di I e II livello – nella sede distaccata di Civitavecchia dell’Università degli Studi della Tuscia.

ADimensione Font+- Stampa

Si è tenuta ieri la prima edizione della “Cerimonia di consegna dei diplomi di laurea” – di I e II livello – nella sede distaccata di Civitavecchia dell’Università degli Studi della Tuscia.

Una trentina i ragazzi che hanno ricevuto il diploma di laurea consegnato dal rettore Alessandro Ruggieri alla presenza dei due direttori di dipartimento, Giorgio Prantera per il Deb (Dipartimento di Scienze Ecologiche e Biologiche – con il corso di laurea triennale in “Scienze ambientali” ed il corso di laurea magistrale in “Biologia ed ecologia marina”) e Stefano Ubertini per il Deim (Dipartimento di Economia, ingegneria, società e impresa – con il corso di laurea triennale in “Economia aziendale” ed il corso di laurea magistrale in “Economia circolare”).

Il sindaco di Civitavecchia – Antonio Cozzolino – ha aperto la cerimonia sottolineando l’importanza della sinergia creatasi, alla base delle attività del “Consorzio università per Civitavecchia”, tra il comune, la Fondazione Cariciv e l’Università degli Studi della Tuscia.

A seguire, in rappresentanza della Fondazione Cariciv, l’intervento della professoressa Gabriella Sarracco che, portando i saluti della Fondazione, ha voluto ribadire l’investimento e l’impegno profuso nelle attività legate agli studenti e all’università, per formare eccellenze, che vorranno essere i professionisti del futuro.

L’ultimo intervento è stato quello di Alessandra Lecis, assessore alla Pubblica istruzione del comune di Civitavecchia che, rimanendo nel campo della formazione di eccellenze, ha focalizzato l’attenzione sulla creazione di nuovi posti di lavoro. Solo così – ha affermato l’assessore – si potrebbe garantire l’eccellenza grazie ai giovani laureati che scegliessero di mettere, la loro preparazione, a servizio della crescita del territorio. La parola è passata poi al rettore che, dopo un breve indirizzo di saluto, ha annunciato l’ormai prossimo avvio dell’innovativo e unico, nel suo genere, corso di laurea magistrale in “Economia circolare”.

Il nuovo corso, che vedrà attivati due curricula “green economy” e “blue economy” – economia del mare. Il corso orientato ad una nuova frontiera dell’economia, seguirà il mercato del momento rispondendo alle sempre più necessarie linee di sostenibilità dei cicli produttivi e del commercio. A seguire, la cerimonia “vera e propria” con la consegna dei diplomi ai neo – dottori che, per l’occasione, hanno indossato il tradizionale completo “toga e tocco”.