Caffeina Christmas Village al via: ecco il programma nel nome di Margherita

Caffeina Christmas Village al via: ecco il programma nel nome di Margherita

Dopo mesi di polemiche al via l’iniziativa natalizia della Fondazione Caffeina che da mesi ha prenotato gran parte del centro storico per installare le attrazioni dell’iniziativa che durerà tutto il mese e che sarà inaugurata venerdì 2 dicembre

ADimensione Font+- Stampa

Caffeina Christmas Village al via, oggi la presentazione ufficiale: in programma una decina di attrazioni, più presentazioni di libri e concerti. Tra gli ospiti Zafòn. Dopo mesi di polemiche al via l’iniziativa natalizia della Fondazione Caffeina che da mesi ha prenotato gran parte del centro storico per installare le attrazioni dell’iniziativa che durerà tutto il mese e che sarà inaugurata venerdì prossimo, 2 dicembre, alle 17 a piazza san Lorenzo.

Rispetto al classico Caffeina ci sono notevoli differenze, ma anche alcune somiglianze. Le differenze: il cuore dell’iniziativa non prevede presentazioni di libri o iniziative di stampo culturale, ma soprattutto attrazioni per bambini e appassionati delle festività natalizie. Dalla Casa di Babbo Natale a quella degli Elfi, dal Teatro incantato al Bosco che non c’è più. Dalla Fabbrica di giocattoli al Museo dei presepi (inaugurato alle 12, lo stesso 2 dicembre), alla Locanda del gioco alle Poste dei bambini. Tutte queste iniziative sono a pagamento: l’ingresso costa infatti 12 euro. Con un unico biglietto è possibile visitare tutte le attrazioni. In programma comunque anche appuntamenti letterari e laboratori. Ad esempio tra gli ospiti anche Carlos Ruiz Zafòn, uno degli scrittori spagnoli più importanti e conosciuti a livello internazionale, che presenterà il libro Il labirinto degli spiriti (il 6 dicembre alle 21.30 a Palazzo dei Papi). Previsto anche un concerto gospel con The Blue Gospel Singers, il 18 dicembre.

La manifestazione è condita dal racconto di una leggenda, che cerca di dare una connotazione epica all’appuntamento. E questa è un’altra differenza rispetto al Festival estivo, rispetto al quale l’aspetto del puro intrattenimento, se là è mascherato da iniziativa culturale, qua è rivendicato pienamente. “Narra una leggenda ritrovata in un polveroso manoscritto scoperto negli archivi della Biblioteca delle favole – scrive Caffeina – che un giorno di un tempo magico Babbo Natale venne chiamato a Viterbo per aiutare una bimba, di nome Margherita, a contrastare il male oscuro che si stava diffondendo nella città. Dopo aver riportato la pace e la tranquillità Babbo Natale decise di fermarsi qui e di organizzare il suo quartier generale in uno dei centri storici più belli d’Italia. Per ricordare questa straordinaria storia nasce il Caffeina Christmas Village”.

Come nel Festival estivo parte fondamentale dell’iniziativa è il mercatino, vero e proprio motore dell’appuntamento. Qui però l’ingresso è gratuito. Altra somiglianza sono le polemiche che hanno accompagnato in questi mesi l’organizzazione del Festival natalizio. Dall’assegnazione di tante piazze del centro a inizio anno in giù. Non chiaro se l’iniziativa godrà di un contributo del Comune oppure no.

 

Banner
Banner
Banner