Villa Lante, continua lo scandalo del “mezzo servizio” nei festivi

Villa Lante, continua lo scandalo del “mezzo servizio” nei festivi

Villa Lante chiusa nei pomeriggio dei festivi, un problema che andrebbe superato. Si tratta di uno dei maggiori richiami turistici di Viterbo e delle Tuscia e sarebbe auspicabile uno sforzo maggiore.

ADimensione Font+- Stampa

villa lanteVilla Lante chiusa al pubblico la domenica e nei festivi, ve lo ricordate? Erano gli inizi di luglio quando abbiamo lanciato l’allarme. In seguito si sono attivati tutta una serie di meccanismi, tra cui il mettersi a disposizione della Pro Loco di Bagnaia, e di fatto oggi lo storico parco è aperto metà giornata nei festivi: fino alle 13.30; per la precisione.

Tutta questione di personale. E intanto nella giornata di ieri sui social si è scatenato il pandemonio. In questo week-end, che ha visto due giornate di festa, la villa è rimasta chiusa in entrambi e pomeriggi. Un fatto che ha spinto molti a gridare allo scandalo. Tra i profili social più attivi su questo fronte quello del militante di Fratelli d’Italia Mauro Rotelli, che scrive: “Due giorni di sole splendido, previsioni che suggerivano la scampagnata, alberghi che lavorano, ristoranti a pieno regime, mete storiche prese letteralmente d’assalto e Villa Lante chiusa sia l’1 che il 2 novembre. Non è uno scherzo …. Questa gestione del nostro patrimonio, che penalizza tutti deve finire”.

LEGGI L’INTERVENTO DI FRATELLI D’ITALIA: “FRANCESCHINI, BATTI UN COLPO”

In poche ore si becca 153 “mi piace” e uno stuolo di commenti.

Come La Fune torniamo a riaccendere i riflettori su Villa Lante, perché diventi l’eccellenza che merita di essere e luogo capace di attirare investimenti e determinare la nascita di un indotto turistico.