Le tre leghe “diverse per le persone che ne fanno parte”. Qualcuno ancora ci crede?

Le tre leghe “diverse per le persone che ne fanno parte”. Qualcuno ancora ci crede?

Ciucciarelli conferma l'adesione al Movimento nazionale "Noi con Salvini", smentendo se stesso nella sua smentita a La Fune. All'epoca (dieci giorni fa) la differenza dalle altre Leghe era nel non far parte di coordinamenti nazionali, oggi "è nelle persone".

ADimensione Font+- Stampa

unnamedUnione della Tuscia e Lega Federalista a Roma per il nuovo movimento di Matteo Salvini. Patriae a Viterbo per Tosi. Leghisti vicini nei temi, ma lontani nei fatti. “Siamo diversi perché siamo gli unici che non hanno legami con movimenti nazionali. Non siamo Leghisti, siete dozzinali”. Tuonava così il fascioleghista Umberto Ciucciarelli fondatore dell’Unione della Tuscia all’indomani del racconto de La Fune delle 20.000 Leghe nate sotto al Colle del Duomo (leggi). Parole smentite oggi con l’adesione al nuovo movimento politico lanciato proprio oggi da Matteo Salvini: “Noi con Salvini”. “Saremo – ha detto proprio Ciucciarelli – tra i primi ad avere questo simbolo”. Un’adesione quella ad un coordinamento nazionale che dà ragione a noi de La Fune, accusati di essere dozzinali (leggi) sempre da Ciucciarelli per aver sostenuto che il suo movimento fosse una vera e propria Lega.

Contrasto all’immigrazione senza regole, sicurezza, salvaguardia del Made in Italy, ridiscussione dell’appartenenza all’Europa e all’Euro. Sono questi i temi che hanno colpito il cuore di parte dei leghisti viterbesi. Un fenomeno, quello del Salvinismo, in crescita in tutta Italia. I sondaggi parlano chiaro e anche a Viterbo le antenne si sono drizzate a più di uno. Andrea Scaramuccia qualche giorno fa a Sbottonati aveva sostenuto che Salvini sarebbe stato capace di miracolare chiunque a livello locale, anche un barattolo di Nutella proprio “come Fini aveva fatto con Meroi e Marini”.

E così è partita la corsa al leghismo. Essendo i temi gli stessi per tutti, sono difficili da comprendere le diversità che separano i Unione della Tuscia, Lega Federalista e Patriae. “La differenza è nelle persone”, dice Ciucciarelli senza voler però dire di più e quindi senza citare Fusco (Lega Federalista) o Fracassini (Patriae). La differenza è nelle persone o nei personalismi? “Mi sto divertendo un mondo – ha concluso Ciucciarelli – a non farvi capire niente. Ma la gente è molto meno complessa e capisce la differenza tra le persone e le loro storie”.

Intanto nel pomeriggio è atteso l’arrivo a Viterbo di Flavio Tosi per Patriae e domani del senatore leghista Marco Volpi per l’Unione della Tuscia. Tutti uguali, ma tutti diversi. Se qualcuno ancora ci crede.