Ciucciarelli sul centrodestra: “sono cadaveri politici, non voteremo il candidato condiviso”

Ciucciarelli sul centrodestra: “sono cadaveri politici, non voteremo il candidato condiviso”

L'intervento giunge dopo l'incontro che si è tenuto tra Nuovo Centrodestra, Forza Italia, Lega Federalista Noi con Salvini, Fratelli d'Italia e quel che rimane dell'Udc per individuare il candidato per le prossime elezioni provinciali di secondo grado.

ADimensione Font+- Stampa

Il centrodestra si riunisce, ma rimane fuori il Noi con Salvini lato Unione della Tuscia, a discapito di Noi con Salvini, lato Lega Federalista. “Non siamo stati invitati – ha scritto il portavoce provinciale Umberto Ciucciarelli – e se lo fosse stata non avrebbe comunque partecipato”

Unione della Tuscia vanta cinque elettori che alle prossime elezioni si asterranno. Almeno così ha scritto il Movimento con una nota ufficiale. “I nostri cinque consiglieri comunali in Provincia, che hanno diritto di voto anche se praticamente ininfluente, si asterranno e non voteranno secondo alcuna indicazione proveniente da ambienti che reputiamo obsoleti. Alla base di questa scelta l’inopportunità di far ricicciare dei cadaveri politici alla ribalta della cronaca. Per noi sono morti e sepolti. Il candidato condiviso se lo votino da soli. Noi andiamo avanti per la nostra strada”.

Nuovo Centrodestra, Forza Italia, Lega Federalista Noi con Salvini, Fratelli d’Italia e quel che rimane dell’Udc si sono riuniti e hanno stilato una prima rosa di nomi (leggi qui l’approfondimento): Piero Camilli da Grotte di Castro, Sergio Caci da Montalto, Fabio Bartolacci da Tuscania e Paolo Equitani da Bolsena.