Un Piermatteo d’Amelia al civico, Sgarbi ne parla sul Corriere della Sera

Un Piermatteo d’Amelia al civico, Sgarbi ne parla sul Corriere della Sera

Ricordate l'attribuzione del quadro 'La Madonna col bambino' a Piermatteo d'Amelia di cui vi avevamo parlato lo scorso 23 ottobre. Questa settimana ha conquistato le pagine di 'Sette' del Corriere della Sera.

ADimensione Font+- Stampa

d'ameliaLa notizia di un quadro di Piermatteo D’Amelia conservato al museo civico di Viterbo finisce sul Corriere della Sera. Sulle pagine del periodico ‘Sette’, nella rubrica ‘Scoperte e rivelazioni’ è Vittorio Sgarbi a parlarne.

L’attribuzione è dovuta proprio al noto critico d’arte e si è consumata in circostanze puramente fortuite lo scorso 23 ottobre. Sgarbi era nel capoluogo della Tuscia per la riapertura del museo civico di piazza Crispi e visitando il museo stesso si soffermò davanti a un’opera di anonimo.

Stropicciandosi gli occhi e inginocchiandosi per guardare meglio il lavoro, con tanto di silenzio intorno, è esploso in un “Incredibile, è un Piermatteo D’Amelia.

La pala è di proprietà del Comune di Civitella d’Agliano e si trova in prestito, in attesa di restauro, al civico di Viterbo.

Si tratta di una ‘Madonna col bambino’. Anche l’attribuzione del periodo, che campeggia sopra il lavoro, è errata di almeno un secolo. Basta considerare, per avere un’idea dell’importanza della scoperta, che Piermatteo D’Amelia dipinse la volta della Cappella Sistina, con un cielo stellato, prima che arrivasse Michelangelo.

Ha inoltre operato diversi anni a Orvieto e anche a Castiglione in Teverina.