Sallupara, Giulio Marini: «Michelini ci dovrebbe ringraziare»

Sallupara, Giulio Marini: «Michelini ci dovrebbe ringraziare»

“È grazie al fatto che li ho svegliati io che oggi festeggiano l’apertura del cantiere invece che piangere il fatto che il finanziamento fosse stato perduto”.

ADimensione Font+- Stampa

“Michelini ci ringrazi”. L’ex sindaco di Viterbo Giulio Marini commenta così la notizia dell’apertura del cantiere nelle ex scuderie di Sallupara che porteranno la struttura a una nuova vita. “È grazie al fatto che li ho svegliati io che oggi festeggiano l’apertura del cantiere invece che piangere il fatto che il finanziamento fosse stato perduto”.

 

Perché dice così?

“I lavori sono partiti all’ultimo minuto. Per fortuna la nostra sveglia è squillata in tempi ragionevoli. Qualcuno dovrebbe ringraziarci sia della sveglia che degli innumerevoli finanziamenti che la mia vecchia Amministrazione ha portato alla città”.

 

Non vi hanno mai ringraziato?

“Io non me ne sono accorto. Il primo anno è stato utilizzato per dire che abbiamo commesso solo errori su errori. Ma non ne abbiamo fatti, anzi stanno godendo dei soldi che abbiamo portato”.

 

Vi fa rosicare?

“Parecchio. Perché se uno ama la città e poi questa viene trascurata si sta male, ma ce ne faremo una ragione”.

 

La città vi ha mai ringraziato?

“Il ringraziamento è stato quello elettorale (ride, ndr). Ma il problema è della coscienza. Se è a posto basta e avanza”

 

Ha letto della storia dei quadri per la grande mostra che è stata annunciata e poi è scoperto che non sarebbero disponibili?

“Sono davvero incredibili. Perché non ci si crede più su quello che fa l’amministrazione. È davvero incredibile. Bisognerebbe collegare un po’ il cervello prima di comunicare cose del genere”.