Nel 2013 c’era (anche) Sposetti tra chi sollecitava il No a Prodi?

Nel 2013 c’era (anche) Sposetti tra chi sollecitava il No a Prodi?

Lo dice l'ex portavoce di Prodi Sandra Zampa. Un articolo de La Stampa racconta un retroscena che vedrebbe protagonista il senatore democratico.

ADimensione Font+- Stampa

“Ha scritto Sandra Zampa nel suo libro su quei tre giorni che il senatore Ugo Sposetti (dalemiano doc) «faceva telefonate per sollecitare un no a Prodi», ma non era «l’unico telefonista in servizio»”. A fare il nome di Ugo Sposetti sono dunque  la deputata democratica (ex portavoce di Prodi stesso) Sandra Zampa nel suo libro e il giornalista Fabio Martini su La Stampa che raccontano la loro “vera storia del 101” che affossarono la candidatura a Presidente della Repubblica di Romano Prodi nel 2013.

L’articolo da cui sono tratte le parole virgolettate qui sopra ripercorre le fasi che portarono alla debacle del Partito Democratico e che lo portarono a riconvergere sul nome di Giorgio Napolitano dopo l’affossamento di Prodi. Un fatto che si ripercuote anche nei fatti odierni e che porta nuovamente i grandi elettori a riunirsi per eleggere il successore del dimissionario Re Giorgio.

L’articolo racconta una storia che “ogni giorno si arricchisce di un nuovo colpevole. Di un nuovo, fantomatico capo. Ma la vera storia dei centouno grandi elettori del centrosinistra che «tradirono» Romano Prodi il 19 aprile del 2013 è molto diversa dalla vulgata prevalente”.

 

Continua a leggere su La Stampa.it