“Michelini è un novello Schettino”

“Michelini è un novello Schettino”

Le minoranze in una conferenza unitaria attaccano il sindaco Leonardo Michelini dopo che è andato a vuoto il Consiglio comunale convocato per eleggere il nuovo Presidente. La richiesta di "dimissioni" è unanime.

ADimensione Font+- Stampa

La parola più pronunciata dalla minoranza oggi è stata “dimissioni”. Prima con un coretto ironico tra il primo e il secondo appello andato a vuoto che hanno sancito la chiusura del Consiglio per mancanza del numero legale a causa dell’assenza della maggioranza (Paolo Moricoli di Sel escluso) alle prese con una spaccatura più profonda del previsto; poi con una conferenza stampa improvvisata nella Sala Regia di Palazzo dei Priori subito dopo il termine del Consiglio comunale.

“Questi signori giocano sulla pelle degli altri – ha detto il capogruppo di Forza Italia Claudio Ubertini – già la settimana scorsa il rinvio dovuto all’arrivo del presidente della Regione Zingaretti era sembrato una scusa, oggi la conferma: non hanno i numeri per eleggere il presidente del Consiglio. Michelini dovrebbe interrompere tutto, firmare le dimissioni e andare a casa”.

 

IMG_9837

 

Parole dure anche dal Movimento 5 Stelle. Il consigliere Gianluca De Dominicis ha parlato di una situazione assurda. “La verità è che questa maggioranza non ha idea di come amministrare la città. Non riescono a individuare neanche il presidente, figuriamoci cosa riescono a fare sui temi veri. A Michelini viene da ridere quando gli chiediamo di andare a casa, è la città che glielo chiede”.

“Dovrebbero garantire i lavoratori Talete, quelli di Esattorie, rilanciare Francigena – ha detto invece Luigi Buzzi di Fratelli d’Italia – e invece no”. Poi Chiara Frontini di Viterbo2020 sottolinea un dato: “la maggioranza è riuscita a ricompattare le minoranze. Il sindaco non è più credibile, ha fatto tanti proclami e non ha mantenuto niente. Si spaccano per le poltrone, che immagine triste della politica”. Vittorio Galati del gruppo misto ha poi lanciato la stoccata finale: “Michelini è un novello Schettino”.