La Pro Loco di Viterbo presenta un “sogno di una notte di fine estate”

La Pro Loco di Viterbo presenta un “sogno di una notte di fine estate”

Preparatevi a immergervi nella natura e nella magia del tempo degli etruschi. Poi alzate gli occhi al cielo e ascoltate le parole del narratore di stelle. Questo sabato 20 settembre.

ADimensione Font+- Stampa

Etruschi, natura e narratori di stelle. Questa è la ricetta dela Pro Loco di Viterbo, in tavola per questo sabato 20 di settembre. Un modo per festeggiare le giornate europee del patrimonio e salutare l’estate.

Un viaggio tra le stelle, i racconti e le leggende che da sempre hanno popolato l’immaginario degli uomini riguardo al cielo e ai lumi. Dopo la visita al Parco Naturalistico Archeologico di Vulci, tra le rovine di una delle più importanti dodecapoli etrusche, dove la natura si è ripresa lo spazio una volta occupato dal più grande e evoluto popolo preromano che lo ha abitato, una cena insieme al chiaro di luna, aspettando la notte accompagnati da un narratore di stelle. “E quando il buio ci avvolgerà – racconta il presidente della Pro Loco Irene Temperini – ci sdraieremo e ci immergeremo nel mito che le stelle ci raccontano. Man mano che impareremo a osservare e riconoscere le costellazioni, il tempo non avrà più la stessa accezione di sempre: ci troveremo proiettati in una dimensione nella quale si aprirà davanti ai nostri occhi un enorme libro immaginario, e sfogliarlo sarà come navigare nel cosmo per cercare la soluzione a quell’enigma che da sempre avvolge di mistero la storia dell’uomo che è l’origine della vita”.

Appuntamento alle 16 a Valle Faulnotte vulci o alle 17 al parcheggio del parco archeologico di Vulci. Da portare: acqua, cena al sacco, sacco a pelo o teli per l’osservazione, torcia. Quota di partecipazione euro 8. Include: biglietto al parco archeologico con visita guidata, osservazione stellare. I bambini fino ai 6 anni sono esenti da quota. Dai 6 ai 12 anni 5 euro. Info e prenotazioni: [email protected] – 393 3232478 -328 4689226.