‘Il Bosco’, la Tuscia torna sul piccolo schermo

‘Il Bosco’, la Tuscia torna sul piccolo schermo

Viterbo riscopre il suo essere città di cinema e fiction grazie alla nuova mini serie televisiva 'Il Bosco', all'esordio venerdì 20 febbraio. Una serie destinata a grandi successi e a far girare le bellezze della Tuscia sugli schermi d'Italia.

ADimensione Font+- Stampa

Un film o una fiction televisiva possono fare la fortuna di un luogo, sempre che si riesca a cogliere l’occasione e a sviluppare l’offerta turistica. E Viterbo, città  storica di cinema, che non ha mai saputo giocarsi le sue carte su questo fronte ha una nuova chance su una mini serie televisiva che si preannuncia come destinata al successo: ‘Il Bosco’.

4 puntate, da 100 minuti ciascuna, che andranno in onda a partire da venerdì 20 febbraio (ore 21.10). Una prima serata di Canale 5, con tanti attori molto amati dai patiti del genere. In questi giorni Mediaset sta spingendo il trailer, dove vengono trasmesse le immagini di palazzo papale e dei boschi intorno al lago di Vico. Un promo interessante per il territorio, da cui è ragionevole ipotizzare anche un ritorno turistico sui luoghi de ‘Il Bosco’.

Un po’ quello che è successo con Gubbio, riscoperta dal grande pubblico grazie alla serie ‘Don Matteo’, con Modico e Ragusa con ‘Montalbano’ e a castello di Agliè, a 40 chilometri da Torino, con ‘Elisa di Rivombrosa’.

Senza contare che nelle riprese della mini serie hanno lavorato circa 500 persone, tra comparse e maestranze, del territorio. A riprova che il cinema può essere una risorsa per il Viterbese sotto molti punti di vista, generando ricadute interessantissime sull’occupazione. Le riprese, che si sono protratte per i mesi di ottobre e novembre, hanno interessato il Cimitero San Lazzaro, la Biblioteca degli Ardenti,  il Rettorato dell’Università della Tuscia, piazza San Lorenzo e il quartiere San Pellegrino. Le telecamere saranno poi puntate su Soriano nel Cimino, Cura di Vetralla e sulla zona del Lago di Vico.

La serie tv, prodotta da Taodue e diretta da Alessio Puglielli, racconta una storia a metà tra racconto noir e thriller e vede un cast composto da attori che gli amanti delle serie televisive made in Italy, e soprattutto di Squadra Antimafia, hanno imparato a conoscere, apprezzare e amare. Si parte da Giulia Michelini, che interpreterà la protagonista principale della serie, e cioè la psicologa Nina Ferrari, per passare a Claudio Gioè, interprete del ruolo di Alex Corso, e per finire con Andrea Sartoretti, che vestirà i panni dell’ispettore Damiani.

Nella memoria ancora i successi de ‘Il maresciallo Rocca’, che ha fatto conoscere a moltissimi la città di Viterbo e le sue bellezze.