Il 20 ottobre la prima unione civile a Palazzo dei Priori

Il 20 ottobre la prima unione civile a Palazzo dei Priori

Il sindaco Michelini celebrerà la prima unione del capoluogo. Intanto Civita Castellana si aggiudica il primato nella Tuscia

ADimensione Font+- Stampa

Le unioni civili arrivano anche a Viterbo, la prima data è quella del 20 ottobre quando a Palazzo dei Priori arriveranno R. e D., i primi due uomini del capoluogo a esercitare finalmente il nuovo diritto per le copie omosessuali. A celebrare l’unione sarà il sindaco Leonardo Michelini.

Il matrimonio tra R e D di celebrerà il 20 ottobre presso la sala delle Bandiere. Sono tutte e due viterbesi, anche se i loro certificati di nascita arrivano uno da Tivoli e l’altro da Roma e sono già presenti nel registro delle coppie di fatto. Loro hanno deciso di festeggiare la loro unione apertamente. Altri lo faranno al cospetto dell’ufficiale di stato civile.

Non è l’unica coppia che ha deciso di muoversi nel Comune di Viterbo, però. Due donne, già sposate in Portogallo, hanno chiesto la documentazione per trascrivere il loro matrimonio a Palazzo dei Priori.

La primissima unione civile della Tuscia, però, non sarà quella di R. e D., ma quella di Piero e Ivalio che il prossimo 9 ottobre celebreranno l’unione a Civita Castellana davanti al sindaco Angelelli. “Aspettiamo questo momento da oltre due anni, ma non abbiamo mai pensato di andare all’estero a sposarci. Eravamo fiduciosi che anche in Italia sarebbe arrivato questo momento di civiltà. Ci teniamo a ringraziare gli uffici comunali, che sono stati sempre disponibili nei nostri confronti, cosi come il sindaco Angelelli, che si è reso disponibile a celebrare le nostre nozze. Sarà un momento di gioia per tutti”.

 

Banner
Banner
Banner