“Fuori dalle mura ci sono anche aree abbandonate”

“Fuori dalle mura ci sono anche aree abbandonate”

La consigliera Sberna soddisfatta delle sei nuove telecamere promesse dal Comune, ma chiede ancora più impegno

ADimensione Font+- Stampa

“Insistere e resistere. E alla fine i risultati sembrano arrivare, anche se la montagna ha partorito un topolino”. È il commento della consigliera comunale Antonella Sberna alle dichiarazioni del Comune sull’attivazione di sei nuove telecamere sul territorio.

“Con cauto ottimismo ci sentiamo di dichiarare che le varie interrogazioni, le mozioni in commissione, le continue sollecitazioni finalizzate all’installazione di ulteriori dispositivi di videosorveglianza da noi presentate per garantire una maggiore sicurezza ai cittadini abbiano fatto breccia. Non è chiaro quali risorse saranno impegnate e da dove proverranno ma auspichiamo che la collocazione delle nuove telecamere avvenga in tempi certi”.

“Confidiamo – dice la Sberna – che la presa di coscienza da parte dell’amministrazione Michelini sulle situazioni di insicurezza e degrado in cui versano alcune zone della città sia reale e non si debba annoverarla nell’elenco dei meri annunci. Prendiamo atto, dunque, della buona volontà dichiarata – conclude Antonella Sberna – ma continueremo a vigilare perché notiamo che le zone periferiche, oltre le mura, restano ancora abbandonate e quindi vigileremo con attenzione affinché agli annunci corrispondano fatti concreti”.

Decarta racconta la Tuscia