Fine dei giochi, San Pellegrino va chiusa

Fine dei giochi, San Pellegrino va chiusa

CI sono gocce che fanno traboccare i vasi e innescano meccanismi di reazione importanti. Ci auguriamo che lo "sfregio" subito dalla piazza di San Pellegrino di recente attivi a una reazione, che porti alla chiusura di uno dei luoghi simbolo della città.

ADimensione Font+- Stampa

Quando abbiamo scritto l’articolo sullo “stupro” di San Pellegrino abbiamo pensato soprattutto una cosa: questa è la volta buona per chiudere al traffico veicolare questo luogo storico.

San Pellegrino 01Sappiamo che ci sarà gente pronta a imbestialirsi perché “minacciamo” il loro parcheggio sotto casa. Non ce ne importa nulla, basta con l’immobilismo per accontentare tutti. Produce, quella striscia d’olio sulle lastre di peperino la dice lunga, solo disastri.

Quanto accaduto non è certo imputabile agli attuali amministratori di Palazzo dei Priori. Ereditano, anche in questo caso, ritardi storici. Agli assessori e ai consiglieri, di maggioranza e opposizione, chiediamo di abbracciare la necessità di chiudere definitivamente al traffico la via e la piazza di San Pellegrino.

E’ una partita che va giocata tutti insieme. Il cuore di Viterbo va protetto e preservato. Può attirare turisti e quindi può creare lavoro. Sputarci sopra significa sputare sopra il futuro di Viterbo e sul lavoro. Chiediamo all’assessore Alvaro Ricci di predisporre rapidamente la chiusura senza se e senza ma del sito d’interesse storico-turistico. Chiediamo ai consiglieri di unirsi a questa iniziativa di civiltà.

Possono inviarci anche messaggi di adesioni, che pubblicheremo. Da oggi e nei prossimi giorni vogliamo chiudere una partita importante: ‘San Pellegrino libera’. Libera dal traffico, dallo schifo e dall’assurdo.

  • Giancarlo Paglia

    La tua,dovrei dire la nostra,battaglia è più che giusta.Dispiace solo che come al solito chiudiamo la stalla dopo che sono scappati i buoi. Però,sempre citando vecchi detti popolari,meglio tardi che mai. Io ci sono.