De Dominicis: “proporremo un referendum comunale per l’acqua pubblica. Il regolamento lo prevede”.

De Dominicis: “proporremo un referendum comunale per l’acqua pubblica. Il regolamento lo prevede”.

Il no di Chiara Frontini di Viterbo 2020 e Gianluca De Dominicis (M5S) alleati per la difesa della gestione pubblica dell'acqua all'ipotesi della maggioranza di "cedere il servizio ai privati".

ADimensione Font+- Stampa

Il no di Chiara Frontini di Viterbo 2020 e Gianluca De Dominicis (M5S) alleati per la difesa della gestione pubblica dell’acqua. “Faremo un referendum propositivo comunale per l’acqua pubblica. Il regolamento lo prevede”. Gianluca De Dominicis non ci sta e in Consiglio comunale annuncia l’idea di far esprimere nuovamente i cittadini per la gestione pubblica dell’acqua. “Nuovamente, perché già nel 2011 con il Referendum nazionale gli italiani e i viterbesi si erano espressi per questa volontà. Lo chiederemo di nuovo ai viterbesi dopo la vittoria di quella consultazione. C’eravate anche voi del Partito Democratico con le vostre bandiere a festeggiare quel risultato – ha attaccato il consigliere del Movimento 5 Stelle – e oggi aprite ai privati”. Così come Sel (leggi qui l’apertura ai privati). “È un tradimento – ha concluso De Dominicis – nei confronti dei cittadini”. Che si sono espressi nuovamente, poi, nel Lazio con una legge, la 5 del 2014, che è tuttora vigente e proveniente da una iniziativa popolare.

In merito parole dure anche da Chiara Frontini, Viterbo 2020, che non ha gradito la volontà della maggioranza di aprire ai privati, in barba al Referendum e alla Legge regionale. “È stata votata all’unanimità dal consiglio ed è una proposta di legge popolare. Non dovremmo decidere noi, il popolo ha scelto con un referendum e la regione lo ha confermato”. La posizione è aggravata dalla contestuale proposta di ricapitalizzare per 900mila euro Talete: “aumento in bolletta, 900.000€ delle casse comunali per tappare le voragini debitorie (quindi ari-soldi nostri) e poi magari vendiamo tutto a Acea, come suggerisce il caro Presidente regionale! Certo! E una fettina magra magra vicino all’osso?”. Ha infine ironizzato la consigliera su Facebook.