Cimiteri, in arrivo la rotazione del personale Minchella: “Quali le ragioni del provvedimento?”

Cimiteri, in arrivo la rotazione del personale Minchella: “Quali le ragioni del provvedimento?”

Cosa sta per accadere nei cimiteri viterbesi? Il consigliere Martina Minchella dà la notizia della volontà del Comune di Viterbo di attivare un turnover del personale. "Si vuole spogliare un altare per vestirne un altro?".

ADimensione Font+- Stampa

Cosa sta accadendo nella gestione dei cimiteri comunali? A porre l’interrogativo è il consigliere Pd Martina Minchella. La notizia è nella volontà, da parte del Comune, di effettuare un turnover su tutto il personale.

Vengo a conoscenza – dichiara il consigliere – questa mattina della volontà dell’amministrazione comunale di attivare un periodo di sperimentazione, di durata di tre mesi a partire dal 1 dicembre 2014, di turnover del personale di custodia dei cimiteri. Rotazione che inevitabilmente andrà a riguardare anche il personale che lavora attualmente presso il cimitero di San Martino al Cimino, lavoratori che svolgono il proprio dovere con grande professionalità da molto tempo sul territorio e che offrono un servizio di qualità alla popolazione della frazione”.

“Mi domando se è realmente questa la volontà – continua – e quali sono le ragioni di questo provvedimento. Riguarda forse la carenza di personale? Se così è, come la rotazione può sopperire a tale esigenza visto che ciò non comporterebbe un incremento di organico? Riguarda forse una omogeneizzazione delle mansioni? Anche in questo caso mi risulta che possa sorgere qualche problema”.

Le preoccupazioni di consigliere vanno al servizio presso il cimitero di San Martino, luogo di residenza della stessa e suo feudo elettorale. “Certo è che andare a toccare uno dei pochi servizi che al momento funziona in maniera ottimale sulla frazione di San Martino è a dir poco inopportuno e dà tanto la sensazione di voler spogliare un altare per poterne vestire un altro. Spero che al più presto possa essere chiarita dall’assessore competente la situazione visto che questa decisione potrebbe incidere in maniera negativa sul servizio e che la popolazione di questo non sarà felice”, conclude.