Casette dell’acqua, Frontini precisa dopo un contatto con il gestore: “svolgo il mio mandato”

Casette dell’acqua, Frontini precisa dopo un contatto con il gestore: “svolgo il mio mandato”

Chiara Frontini riferisce di essere stata raggiunta privatamente dal legale rappresentante della Società che gestisce le casette dell'acqua. Questa la sua nota.

ADimensione Font+- Stampa

home1-640x420

Dopo l’interrogazione nel Consiglio comunale di ieri in merito alla questione dell’arsenico presente in alcuni giorni nelle casette dell’acqua (leggi qui), Chiara Frontini riferisce di essere stata raggiunta privatamente dal legale rappresentante della Società che gestisce le casette dell’acqua. Questa la sua nota.

 

La nota di Chiara Frontini.

“In merito alla questione dei dati relativi al parametro di arsenico rilevati nelle casette dell’acqua, mi preme puntualizzare quanto segue, poiché è interesse primario comprendere se i dati fornitici sono veritieri, accertare l’impatto sulla salute pubblica e comprendere se ci sono e quali sono stati i provvedimenti messi in atto dall’amministrazione per la tutela dei cittadini e la trasparenza delle informazioni. 

Essendo stata contattata privatamente dal legale rappresentante della Società, tengo a precisare che, in qualità di consigliere comunale e in funzione del mio mandato, ho fatto giorni fa regolare accesso agli atti in Comune per ottenere i dati relativi alle analisi sulle casette. Una volte consegnatimi, ho potuto notare come i valori ivi riportati risultassero – relativamente all’arsenico – al di sopra, in alcuni giorni, dei limiti di legge.

Come da regolamento, in occasione del Consiglio Comunale di ieri ho chiesto delucidazioni al Sindaco e alla Giunta sulla questione, mediante interrogazione, unico strumento che in qualità di consigliere ho a mia disposizione. Ribadisco: interrogazione, non proclami allarmistici ed ingiustificati. La nostra interrogazione non voleva e non vuole creare procurato allarme, ma cercare risposte su un tema così sensibile per i cittadini, del quale ci siamo sempre occupati. 

Risposte, come spesso accade, che non ci sono state date dal Sindaco. A questo punto, nei prossimi giorni, chiederemo ulteriore documentazione ed approfondiremo l’attività di ricerca presso tutti gli altri organi competenti.

 

Chiara Frontini, Consigliere Comunale Viterbo 2020