Capitale Cultura, iniziano oggi i lavori: 14 giorni per preparare il dossier

Capitale Cultura, iniziano oggi i lavori: 14 giorni per preparare il dossier

Sul tavolo potrebbero esserci più proposte. Una annunciata pubblicamente dal direttore del Festival Quartieri dell’Arte Gian Maria Cervo, ma non si esclude l’esistenza di altri documenti che possano provenire da altre aree

ADimensione Font+- Stampa

I 20 saggi si vedono oggi per il primo incontro: inizia così la corsa per il milione di Euro. Il percorso per la Capitale della Cultura prende il via questo pomeriggio alle 15 presso la sala del Consiglio del comune di Viterbo con l’appuntamento per i 20 uomini nominati da Leonardo Michelini per redarre il documento che dovrà essere la base della candidatura per la Capitale italiana della cultura. Sul tavolo potrebbero esserci più proposte. Una annunciata pubblicamente dal direttore del Festival Quartieri dell’Arte Gian Maria Cervo (qui), ma non si esclude l’esistenza di altri documenti che possano provenire da altre aree, come quella vicina a Filippo Rossi. La parola chiave però dovrà essere sintesi.

Il tempo stringe ed entro il 31 marzo scade la prima deadline. Dovrà essere inviata una domanda corredata da un primo dossier contenente il programma delle attività culturali. Entro il 30 aprile poi una giuria selezionerà un massimo di 10 progetti finalisti, che verranno chiamati a presentare un secondo, dettagliato e approfondito dossier di candidatura entro il 30 giugno. Tra questi la giuria proporrà al Ministro dei beni e delle attività culturali due città Capitali italiane della cultura rispettivamente per il 2016 e il 2017, che godranno ciascuna di un finanziamento fino a un milione di euro per la realizzazione delle attività.

Nel 2015, in prima applicazione del provvedimento, il titolo è stato conferito ex aequo alle cinque finaliste del bando per la Capitale europea della cultura 2019 – Lecce, Siena, Cagliari, Perugia-Assisi e Ravenna .

 

I nomi del Comitato scientifico coordinato dal noto geologo e ex candidato a vice sindaco per Viva Viterbo Claudio Margottini:

Leonardi Michelini presidente, come vicepresidente Nicola Zingaretti, poi il Rettore dell’Unitus Alessandro Ruggeri, la pro Rettrice Anna Maria Fausto, Giuseppe Scarascia Mugnozza, il presidente della Fondazione Carivit Mario Brutti, il presidente della Camera di Commercio Domenico Merlani, la prof. Sofia Varoli Piazza, il prof. Enzo Bentivoglio, il drammaturgo Gian Maria Cervo, il sociologo Francesco Mattioli, il prof. Luciano Osbat, Antonello Ricci, il prof. Stefano De Angeli, l’assessore alla cultura Antonio Delli Iaconi. I rappresentanti del Consiglio dovevano essere Filippo Rossi (Viva Viterbo) e Giulio Marini (Forza Italia), ma quest’ultimo, nominato in rappresentanza dei gruppi di minoranza in Comune, si è dimesso dall’incarico. Sarà presente anche il dirigente Francesca Vichi e la dott. Simona Poncia quale segretario del Comitato.