Cambogia viterbese, due mesi pieni per assistere a deliri personali di partito e forse vedere un po’ di politica

Cambogia viterbese, due mesi pieni per assistere a deliri personali di partito e forse vedere un po’ di politica

Scusate ma non vediamo leader. Forse, anzi sicuramente, il problema è nostro. Un po' di miopia, stigmatismo o comunque offuscamento della vista. Il campo politico viterbese è fiacco. La capacità di presentarsi, esserci, comunicarsi e fare struttura roba da altro pianeta.

ADimensione Font+- Stampa

Scusate ma non vediamo leader. Forse, anzi sicuramente, il problema è nostro. Un po’ di miopia, stigmatismo o comunque offuscamento della vista. Il campo politico viterbese è fiacco. La capacità di presentarsi, esserci, comunicarsi e fare struttura roba da altro pianeta.

Un po’ di fumo da social, quattro sedi messe in croce che l’unico bene che producono forse è l’affitto pagato a chi le cede (per pochi mesi, che dopo il voto saranno subito chiuse) e qualche stipendiuccio a chi le tiene aperte, un po’ di slogan, spezzoni confusi e variopinti di programma.

Politica liquida. Talmente liquida che compare a ridosso delle campagne elettorali, poi entra nel Palazzo, lì campicchia e dopo cinque anni si ripresenta a raccontare storie da campagna elettorale. Film noioso, lento, fastidioso. 

Dove sono i leader, i gruppi intorno? Con La Fune ci mettiamo a disposizione per raccontarli. Ci mettiamo a disposizione per incontrarci e fare capire ai viterbesi le caratteristiche di ognuno. Mandateci i programmi, mandateci la visione della città che avete in testa. Niente cose strampalate, tanto per farle. 

Ci attendono due mesi complicati. Dove assisteremo al dramma umano di chi pretende di fare il sindaco perché una vocina nella testa glielo dice. A chi cercherà di imboscarsi perché sa che corrono tempi cattivi. A chi con ideologia farcirà discorsi roboanti quanto sterili. Ma chi di questi signori che ambiscono a governare la città ha davvero studiato o è pronto a farlo? Chi conosce i problemi che ci sono? Chi incontra davvero le persone? 

Il passato ci ha regalato grande mediocrità. Difficilmente il futuro sarà diverso, ma almeno dobbiamo sperarlo. Andremo nelle prossime settimane a raccontare sedi di partito, uomini e donne, idee e metteremo in evidenza fragilità e bluff. Al servizio della città, per far capire cosa bolle in pentola. Dopo la Pasqua sarà tutta campagna elettorale.