Buzzi: “Non abbiamo ancora capito quanto costerà il non Natale viterbese”

Buzzi: “Non abbiamo ancora capito quanto costerà il non Natale viterbese”

Continua la bagarre sul Natale 2014. Dopo quello d'esordio dello scorso anno, che fu piuttosto chiacchierato, quest'anno si è deciso pare di mostrare ancora il fianco.

ADimensione Font+- Stampa

buzziLuigi Buzzi sul Natale viterbese 2014. “Sono riusciti a farci rimpiangere l’assessore Barelli”, questa è la frase d’apertura del consigliere d’opposizione a Palazzo dei Priori. La prima domanda che in tanti viterbesi si sono posti è “che fine ha fatto l’albero di luce di piazza del Comune?”, ed è proprio Buzzi a dare delucidazioni raccontando una versione dei fatti bizzarra. “Questo tipo di alberi – racconta il consigliere di Fratelli d’Italia – sono piuttosto pochi nel centro Italia, ce ne sono in numero limitato. Da quello che ne so quando l’amministrazione comunale si è attivata è stato troppo tardi, non c’erano più. Quindi si è optato per l’albero vero”.

E sempre sull’albero continua così: “A dire la verità il Natale è sempre stato caratterizzato in passato dagli alberi veri, ma oggi esistono queste alternative più funzionali degli alberi di luce. Si tratta di una scelta positiva sotto più aspetti: rispetto dell’ambiente ma anche maggiore impatto visivo”.

Ma per il consigliere a mancare non è soltanto la luce dell’albero della luce di piazza del Comune: “Si poteva fare di meglio su tutta l’illuminazione cittadina”. “La botta” vera arriva sugli eventi di Natale. “Ancora non abbiamo capito quanto alla fine costerà il non Natale viterbese – dichiara -. Se fosse stata investita una somma ben precisa per un cartellone capace di coinvolgere la città nessuno avrebbe detto niente. Qui invece si spendono diverse decine di migliaia d’euro e a oggi non c’è nulla. L’unica cosa curata con modo sono gli eventi organizzati dal volontariato. Per il resto non c’è niente, tutto campato in aria. Per dare una misura su quanto la situazione si surreale posso dire che giorni fa c’è stata la presentazione della mostra ‘Immagini della Vergine’. C’era buona parte della maggioranza schierata in prima fila e il Comune di Viterbo non ha neppure il logo sull’iniziativa. C’è però in compenso quello di Grotte di Castro”.