Enrico Lo Verso a Viterbo per QdA

Enrico Lo Verso a Viterbo per QdA

Torna mercoledì 15 ottobre l'appuntamento con il festival di drammaturgia contemporanea Quartieri dell'Arte. A Viterbo il noto attore Enrico Lo Verso.

ADimensione Font+- Stampa

Lo Verso 02A Quartieri dell’Arte arrivano Enrico Lo Verso, idolo del cinema italiano e protagonista nel film di Gianni Amelio ‘Il ladro di bambini’ e in ‘Farinelli – voce regina’ di Gérard Corbiau, e Alessandra Fallucchi, attrice viterbese che da anni lavora a livello internazionale.

Appuntamento mercoledì 15 (ore 21) allo Spazio Biancovolta (via delle Piagge 23, Viterbo) per ‘Sorella con fratello’ di Alberto Bassetti. La regia dello spettacolo è affidata ad Alessandro Machia.

‘Sorella con fratello’ è il nuovo lavoro di Bassetti, direttore artistico di Quartieri dell’Arte insieme a Gian Maria Cervo, che va a completare la ‘trilogia familiare’ inaugurata con ‘Le due sorelle’ nel 1995 (messa in scena da Antonio Calenda, poi da Marco Maltauro in versione radiofonica per la RAI; e in seguito da molti altri registi, tra i quali Mark Schneider per una produzione in lingua inglese andata in scena per tre settimane al ‘Theatre for the New City’ di New York) e proseguita nel 2008 con ‘I due fratelli’ (Premio Vallecorsi, messa in scena da Antonio Calenda per due stagioni al teatro Stabile del Friuli Venezia-Giulia; presente al ‘Theatre for the New City’ di New York per una produzione in lingua inglese diretta da Valentina Fratti).

Rispettando, come le precedenti, una struttura a due personaggi in aristotelica unità di tempo e luogo, si presenta dapprima come una commedia per scivolare a mano a mano sempre più profondamente nel dramma. Se negli altri due casi i temi erano stati l’usura e l’eutanasia, qui l’argomento è meno identificabile, anche se poi arriva come una pugnalata: l’incesto, che tuttavia in questo caso non è che l’innesto di una serie di accadimenti ancor più drammatici.

Una donna trentenne è rinchiusa in un istituto correzionale dove, giunta quasi al termine dei dieci anni da scontare, può usufruire di uno spazio dove sfogare la propria passione per il canto durante le visite del fratello nella sala di musica. Tra una canzone, un ricordo familiare, affettuosità, si disvela progressivamente, con forza, l’entità di un dramma che ha visto coinvolti i due in un omicidio familiare di cui lei, forse innocente, sta pagando la colpa di lui, un ormai affermato avvocato che per un distorto, assurdo e colpevole amore di lei, ha imparato a suonare il pianoforte pur di accompagnarla nelle sue performances canore che sono anche la scelta di vita di lei. Come in un thriller molte verità verranno a galla, in colpi di scena che ribalteranno completamente la situazione iniziale.

Ingresso a 10 euro, ogni 4 biglietti uno è omaggio. Dato il numero limitato dei posti a disposizione è necessaria la prenotazione tramite l’indirizzo email [email protected]. Tutte le informazioni del festival le trovi sui profili sociali e sul sito www.ufficiostampaquartieridellarte.it.