Ztl, la controproposta di Centro di Gravità: riapertura delle strade e chiusura delle piazze

Ztl, la controproposta di Centro di Gravità: riapertura delle strade e chiusura delle piazze

Centro di Gravità insiste dicendo che i commercianti delle zone sottoposte alla nuova Ztl “hanno visto rapidamente ridurre il fatturato”, ma che “l’obiettivo di trasformare Viterbo in meta turistica non può realizzarsi riducendo sul lastrico alcune famiglie”.

ADimensione Font+- Stampa

La nuova Ztl piace a metà, i commercianti di Centro di Gravità lanciano una controproposta all’amministrazione in sei punti. Centro di Gravità chiede all’amministrazione di tornare indietro sui propri passi e fa alcune proposte per andare incontro alle esigenze della collettività.

Chiede dunque “l’immediata riapertura delle strade dal lunedì al venerdì” e propone “l’apertura a turno di minimo due bar nel centro storico la domenica per fornire un servizio indispensabile per i turisti oltre che per i residenti”.

Centro di Gravità chiede anche che vengano chiuse al traffico piazza del Gesù, della Morte, San Lorenzo e San Carluccio, oltre alla “programmazione di eventi ben distribuiti nel tempo” e pubblicizzati fuori della Tuscia. In più si chiede di “realizzare parcheggi in aree esterne alle mura, ma adiacenti alle stesse” oltre che l’organizzazione di una rete di associazioni che partecipino alla realizzazione di alcuni servizi comunali in modo gratuito.

Centro di Gravità insiste dicendo che i commercianti delle zone sottoposte alla nuova Ztl “hanno visto rapidamente ridurre il fatturato”, ma che “l’obiettivo di trasformare Viterbo in meta turistica non può realizzarsi riducendo sul lastrico alcune famiglie”.

  • pascal91

    Va bene, chiudiamo le piazze e rimpiamo di paletti parapedonali via San Lorenzo però, visto che sarebbe tutta divieto di sosta! Cari commercianti di straccetti della zona, state tranquilli che chiuderete ugualmente, ZTL o no.

Banner
Banner
Banner