Vulci, trovata la 67esima tomba della necropoli di Poggetto Mengarelli. Dentro tesori di due millenni e mezzo

Vulci, trovata la 67esima tomba della necropoli di Poggetto Mengarelli. Dentro tesori di due millenni e mezzo

Gli archeologi della Fondazione Vulci hanno trovato a Poggetto Mengarelli (Parco di Vulci) una nuova tomba risalente agli inizi del settimo secolo a.C. Al suo interno sono state rinvenute olle e vasi di impasto decorati di produzione etrusca.

ADimensione Font+- Stampa

Gli archeologi della Fondazione Vulci hanno trovato a Poggetto Mengarelli (Parco di Vulci) una nuova tomba risalente agli inizi del settimo secolo a.C. Al suo interno sono state rinvenute olle e vasi di impasto decorati di produzione etrusca.

Tesori che tornano alla luce dopo due millenni e mezzo. Il contenuto della 67esima tomba della necropoli Poggetto Mengarelli. Tutto rinvenuto dentro una tomba a fossa. Il corredo funerario rinvenuto è piuttosto ricco: numerosi contenitori in ceramica (una ciotola, una situla e un’olla), due anforette e un grande cratere. Scavi portati avanti sotto la guida dal direttore scientifico di Fondazione Vulci Carlo Casi, la soprintendente Simona Carosi e del presidente della Fondazione Vulci Carmelo Messina e con la collaborazione di Carlo Regoli.