Viva Viterbo “dentro ma fuori dal palazzo” Oggi la convention e la prova del fuoco dei numeri

Viva Viterbo “dentro ma fuori dal palazzo” Oggi la convention e la prova del fuoco dei numeri

Terza convention per la creatura politica condensata intorno alla figura di Filippo Rossi. Le risposte a tante domande, che in diversi attenti alle vicende politiche si pongono, arriveranno dai numeri. Sarà un successo di popolo o no?

ADimensione Font+- Stampa

Un incontro “dentro ma fuori dal palazzo”, così gli stessi organizzatori hanno definito l’appuntamento odierno di Viva Viterbo.

La forza civica di Filippo Rossi, che alle ultime elezioni amministrative è stata in grado di catalizzare intorno al suo leader un pesante 12% di consensi, apre le porte della sua terza convention.

L’appuntamento è per oggi pomeriggio alle 15,30 presso la sala Gatti (via del Macel Gattesco, adiacente a piazza delle Erbe). “Dentro ma fuori dal palazzo”, una definizione interessante per una forza politica organica alla maggioranza dell’attuale sindaco Leonardo Michelini. Forza di lotta e di governo? A sprazzi l’una e l’altra cosa.  Non poche sono state le critiche mosse all’attuale gestione di Palazzo dei Priori, in diverse occasioni. L’intervento di Filippo Rossi dalle colonne del Messaggero e il recente tweet di Alessandro Pepponi di critica all’operato dell’assessore Pd Alvaro Ricci sono i più fulgidi esempi. Esempi di un atteggiamento che ha dato sui nervi all’interno di casa Partito Democratico, tanto che più di una volta gli stessi democratici hanno messo in discussione la permanenza in maggioranza della lista civica.

“O si sta in amministrazione o si sta fuori”, il messaggio inviato a chiare lettere dai democratici. Anche se nell’accezione utilizzata dagli organizzatori della convention la definizione “dentro ma fuori dal palazzo”, vuole intendere un doppio lavoro all’interno dell’istituzione e tra le persone.

Ma il vero nodo dell’incontro di oggi è un altro: la presenza di persone. Su Viva Viterbo infatti ci sono due correnti di pensiero: chi ritiene che la forza civica si sia sgonfiata, perdendo aderenza sul tessuto cittadino. C’è invece chi ritiene che sia ancora forte. E questo appuntamento rischia di essere una sorta di prova del nove.

Il movimento del leader Filippo Rossi piace ancora ai viterbesi, o no? Attenzione quindi puntata sul dato numerico.

Per gli organizzatori questa convention vuole essere “un momento di riflessione e di dibattito aperto al pubblico nel quale esponenti della lista civica e non, rappresentanti della società civile e semplici cittadini interverranno su tematiche relative allo sviluppo ed alla crescita della nostra città”.

E ancora: “una convention che  ci si augura possa dare vita  a spunti importanti al fine di contribuire da parte del movimento civico, che ha ottenuto consensi oltre il 12 % alle ultime elezioni,  a gettare le basi di quella rinascita culturale ed economica della nostra città, un impegno preso in campagna elettorale e per il quale Viva Viterbo lavora  ogni giorno all’interno della amministrazione comunale ma anche e sopratutto tra la gente e con la gente”.

Prevista gli interventi del consigliere regionale della Lista Civica per il Lazio Riccardo Valentini e di Filippo Rossi, nonché dall’intervento del sindaco Leonardo Michelini.