Viterbo2020 rinnova l’immagine: “Chiara Frontini è un prodigio ed è il candidato sindaco ideale”

Viterbo2020 rinnova l’immagine: “Chiara Frontini è un prodigio ed è il candidato sindaco ideale”

Nel nuovo logo c'è il nero del decisionismo, ci sono le V riempite "di sostanza" e c’è la dicitura movimento civico per sottolineare la differenza con i vecchi partiti. Chiara Frontini e il movimento Viterbo2020 hanno presentato questa mattina la nuova identità grafica e hanno lanciato qualche messaggio in vista della prossima tornata elettorale.

ADimensione Font+- Stampa

Un nuovo logo, riempito di contenuti e di simboli e sullo sfondo ci sono le elezioni del 2018: “Chiara è un prodigio ed è il candidato ideale”. C’è il nero del decisionismo, ci sono le V riempite di sostanza e c’è la dicitura movimento civico per sottolineare la differenza con i vecchi partiti. Chiara Frontini e il movimento Viterbo2020 hanno presentato questa mattina la nuova identità grafica e hanno lanciato qualche messaggio in vista della prossima tornata elettorale.

A parlare chiaramente di elezioni è Marco Metelli che lancia la candidatura dell’attuale consigliera comunale Chiara Frontini: “Chiara Frontini è un prodigio ed è pronta per fare il sindaco”. Le elezioni però sono lontane e i movimenti nel centrodestra, del quale Chiara Frontini ha fatto parte prima del 2012, non interessano più di tanto. “Tra moglie e marito – dice Frontini – non bisogna mettere il dito”. La risposta dice tutto e niente, ma solo perché “è presto per parlare di alleanze” e può succedere di tutto in vista del 2018. Sia che Viterbo2020 vada sola, sia che nascano degli accordi. “Ma prima di tutto – specifica – noi siamo alleati dei viterbesi”.

Oggi il focus è sul movimento. Un movimento che non ha una base, non ha tessere e non è una sorta di meetup “sulla cui trasparenza ci sarebbe da discutere”. Non ci sono cariche, “però è chiaro che la mia parola conta – spiega – perché sono io che ci metto la faccia”. Il movimento è aperto, ma solo a chi ne condivide i valori, che vanno oltre le categoria destra-sinistra. “Abbiamo proposte, come quelle sull’immigrazione – ancora Frontini – che sono di centrodestra. Altre, come quelle sull’ambiente e sulla gestione dell’acqua, che sono di centrosinistra”.

Il nuovo logo significa un po’ tutto questo. C’è il nero che comunica il decisionismo, ci sono le tre V che si sono riempite di sostanza e colore “perché siamo più maturi e consapevoli” e una V grande al centro che ricorda che, appunto, Viterbo è al centro, insieme ai territori degli ex Comuni. Poi c’è la nuova dicitura “Movimento Civico”, perché “siamo fuori delle logiche di partito e della vecchia politica”.

 

Ecco l’evoluzione del logo.

Viterbo2020-loghi

 

 

Natale Viterbo