Teatro Unione, Rossi: “Darlo in gestione senza bando è una follia politica”

Teatro Unione, Rossi: “Darlo in gestione senza bando è una follia politica”

Il leader di Viva Viterbo affonda sulla maggioranza attraverso la propria pagina Facebook. “Dare in gestione – ha scritto – senza bando pubblico il Teatro dell'Unione è una follia politica”.

ADimensione Font+- Stampa

La gestione del Teatro di Viterbo senza passare dal bando è “una follia politica”. Il leader di Viva Viterbo Filippo Rossi commenta così l’indiscrezione de La Fune in merito all’ipotesi sulla quale starebbe lavorando l’amministrazione comunale di Leonardo Michelini per affidare direttamente il riaperto Teatro Unione ad un soggetto, senza passare da nessuna procedura pubblica.

Il leader di Viva Viterbo affonda sulla maggioranza attraverso la propria pagina Facebook. “Dare in gestione – ha scritto – senza bando pubblico il Teatro dell’Unione è una follia politica”.

Si parla di una gestione del valore di 50mila euro per il 2017 e 100mila per il 2018. Cifre basse, tra le altre cose, che potrebbero finire oltre le mura di Viterbo. Lascia perplessi la possibilità di gestione diretta anche perché sopra i 40.000€ non si potrebbero affidare servizi senza passare da una procedura pubblica.

Banner
Banner
Banner