Consuntivo 2016: oggi il Centrosinistra ci proverà, ma l’opposizione è pronta al ricorso al Tar

Consuntivo 2016: oggi il Centrosinistra ci proverà, ma l’opposizione è pronta al ricorso al Tar

Il centrodestra ieri mattina è andato in Prefettura per cercare di portare all’attenzione del Prefetto ciò che sta accadendo. E intanto Giulio Marini minaccia di rivolgersi al Tar in caso di tentativo di discussione in Consiglio da parte della maggioranza.

ADimensione Font+- Stampa

Tra minacce di ricorso al Tar e tentativi di forzare la mano è l’ora del consuntivo. A Viterbo per approvare il bilancio l’ora è scoccata da tempo. Ma nulla si muove, tra le polemiche del centrodestra e le incertezze del centrosinistra, impegnato a trattare rimpasti o a garantire a ciascuna corrente qualche cifra in più qua e là o a litigare per le liste del congresso del Pd.

Il tema è quello del bilancio consuntivo 2016, un passaggio formale che per legge doveva essere concluso entro lo scorso marzo. Niente da fare, giunto il momento la scorsa settimana, la maggioranza è stata costretta a fare retromarcia per non aver rispettato i tempi di consegna dei documenti alla minoranza. Servono almeno 20 giorni, che scadono però tra qualche giorno. Il centrodestra infatti sottolinea che gli sono stati consegnati il 15 giugno.

Incassato il colpo, il centrosinistra ci riproverà però domani, perché sostiene che i documenti erano stati pubblicati online già qualche giorno prima. Sul punto la minoranza non fa però passi indietro e ribatte visto che gli allegati, che hanno la stessa importanza del resto della pratica, non erano disponibili.

Intanto il centrodestra ieri mattina è andato in Prefettura per cercare di portare all’attenzione del Prefetto ciò che sta accadendo. E intanto Giulio Marini minaccia di rivolgersi al Tar in caso di tentativo di discussione in Consiglio da parte della maggioranza.

Alle 16 di oggi l’inizio dei lavori.