Viterbese in serie B e stadio nuovo, ma prima i lavori per la promozione in Lega Pro

Viterbese in serie B e stadio nuovo, ma prima i lavori per la promozione in Lega Pro

Del sogno se ne è parlato ieri in Consiglio comunale grazie ad una interrogazione dell’ex sindaco Giulio Marini al suo successore Leonardo Michelini. Il tema è quello dell’adeguamento dello Stadio Rocchi in vista della prossima (quasi certa) promozione tra i professionisti del club del Capoluogo.

ADimensione Font+- Stampa

Stadio nuovo con la Viterbese in serie A. Del sogno se ne è parlato ieri in Consiglio comunale grazie ad una interrogazione dell’ex sindaco Giulio Marini al suo successore Leonardo Michelini. Il tema è quello dell’adeguamento dello Stadio Rocchi in vista della prossima (quasi certa) promozione tra i professionisti del club del Capoluogo.

Già l’anno scorso, in Estate, si era parlato di un ammodernamento dello stadio in seguito al ripescaggio, poi saltato, che avrebbe dovuto portare già da quest’anno i gialloblu in Lega Pro. All’epoca Michelini parlò di 250mia euro di interventi da realizzarsi per mettere in regola con le norme della lega dei professionisti lo Stadio Rocchi e per mettere nelle migliori condizioni la squadra.

E così oggi Michelini, sollecitato da Giulio Marini, ha parlato delle prospettive, tornando a promettere il rimborso a Camilli delle spese sostenute di propria tasca. “Diamo ormai per scontata la promozione (basta vincerne una nelle ultime 4 per essere sicuri, ndr) – ha detto Michelini – quindi credo sia indispensabile realizzare i tornelli e la struttura di prefiltraggio. Lavori che il bilancio comunale credo possa sostenere senza problemi”.

Il sindaco ha anche parlato del campo d’allenamento, riconoscendo la necessità di realizzarne uno, “magari in sintetico”. Dove? “Ci sono varie possibilità: alla Mazzetta, al Pilastro, a Pianoscarano e al Murialdo. È il momento di pensarci”. Il problema però potrebbe riproporsi in maniera ancora più seria tra 12 mesi. “Se tra un anno dovremmo continuare questo percorso di crescita (leggi: promozione in serie B, ndr) andrà rivista la struttura che sta stretta nella città”. Insomma stadio nuovo? “Per trovare una soluzione – ha concluso Michelini – servirà fare fronte comune, maggioranze e opposizione”.