Vita Autonoma, Sberna-Micci-Marini: “Ora i soldi ci sono, il Comune non perde tempo”

Vita Autonoma, Sberna-Micci-Marini: “Ora i soldi ci sono, il Comune non perde tempo”

Finalmente nell'ultima seduta del Consiglio Comunale, all'interno della variazione di Bilancio è stato inserito il capitolo contenente i fondi destinati a coloro che hanno usufruito negli anni di percorsi di deistituzionalizzazione finalizzati a una vita autonoma e quanto più possibile indipendente.

ADimensione Font+- Stampa

“Il Comune di Viterbo non perda più tempo sulla situazione di Vita Autonoma, ora ci sono le risorse”. L’appello viene lanciato dai consiglieri comunali d’opposizione Antonella Sberna, Elpidio Micci e Giulio Marini.

Finalmente nell’ultima seduta del Consiglio Comunale, all’interno della variazione di Bilancio è stato inserito il capitolo contenente i fondi destinati a coloro che hanno usufruito negli anni di percorsi di deistituzionalizzazione finalizzati a una vita autonoma e quanto più possibile indipendente.

“Si tratta di un lavoro lungo – dichiara il consigliere Micci – che grazie allo sforzo profuso nei mesi passati in Regione Lazio dal consigliere Daniele Sabatini è stato possibile portare a termine”. Ora l’amministrazione comunale deve procedere a erogare formalmente le quote spettanti a coloro che, avendo fatto domanda, ne hanno diritto.

“Bene che i passaggi formali siano stati espletati. Adesso non ci sono più scuse per non procedere con l’assegnazione delle risorse ai legittimi destinatari. – rincarano i consiglieri Sberna e Marini – Non si ritardi ancora dato che le risorse sono nella disponibilità dell’assessorato ai servizi sociali dall’estate e, ad oggi, si è perso fin troppo tempo”.