Caprarola e Palazzo Farnese

Caprarola e Palazzo Farnese

Visitare Palazzo Farnese di Caprarola e i suoi giardini

Palazzo Farnese e Caprarola è una delle prime cose da vedere nel Lazio quando si vuole mettere il naso fuori di casa. Una gita fuori città non può prescindere dalla visita di questo gioiello tardo cinquecentesca che si trova nella provincia di Viterbo legato alla famiglia tra le più importanti del Rinascimento italiano: i Farnese.

Caprarola, famoso per le nocciole, è celebre nel mondo grazie al Palazzo Farnese (conosciuto anche come Villa Farnese), il pentagono della Tuscia. Una delle bellezze più rinomate e visitate della Tuscia, insieme a Civita di Bagnoregio. Il Palazzo, che si erge sulla parte più alta del borgo, venne concepito come fortezza dal cardinale Alessandro Farnese senior (il futuro papa Paolo III), che commissionò il progetto all’architetto Antonio da Sangallo il Giovane, ma i lavori si fermarono perché il cardinale divenne papa Paolo III. Dopo 25 anni ripresero e portarono a compimento questo gioiello, per fortuna! E a riprogettare l’opera non fu una persona qualsiasi, ma Jacopo Barozzi, meglio conosciuto come il Vignola.

Cosa fare dentro a Palazzo Farnese

Il Palazzo ha ben cinque piani e una marea di stanze affrescate, oltre a una incredibile scala elicoidale realizzata insieme a trenta colonne doriche in peperino. Poi c’è il parco, c’è il giardino all’italiana, ci sono le fontane e un bellissimo labirinto. Tra le cose più incredibili c’è la stanza del Mappamondo, chiamata così per gli affreschi di Giovanni Antonio da Varese che occupano tutte le pareti della camera. Gli affreschi raffigurano il mondo allora conosciuto; mentre nel soffitto lo Zodiaco.

Palazzo Farnese Caprarola

I grandi affreschi e il glorioso Mappamondo

All’interno del Palazzo Farnese oltre a Giovanni Antonio da Varese si trovano opere dei fratelli Zuccari, Tempesta, del Bertoja. Tutti narrano i fasti della famiglia che ha commissionato la realizzazione del Palazzo e che ha dato i natali a Paolo III: la famiglia Farnese, non un Papa qualsiasi e si vede Il Palazzo è un omaggio all’operato di Paolo III: tutto l’apparato mitologico alla base delle imprese più importanti a parte dal Concilio di Trento aperto proprio da Paolo III nel 1545.

I Giardini all’italiana

I giardini all’italiana sono un vanto per il Centro Italia insieme al Parco e al boschetto che si trova alle spalle della Villa, che da soli valgono la pena di farvi visitare Palazzo Farnese. Tra fontane, giochi d’acqua e sentieri nel bosco ci avviciniamo alla Palazzina del Piacere. Questa fu abitata da personaggi incredibili: come Carlo d’Inghilterra nel 1995 e Luigi Einaudi tra il 1948 e il 1955).

 

Così bella che fu meta turistica già dagli anni ’20

Palazzo Farnese era così bello che a metà degli anni ’20 fu raggiunta, insieme a Villa Lante a Bagnaia a Viterbo, dalla fotografa Frances Benjamin Johnston, una delle prime donne fotografe e fotogiornaliste della storia. Gli scatti sono conservati presso la Library of Congress di Washington. Ecco una delle incredibili foto, le altre qui.

 

Le nocciole di Caprarola

Caprarola è la Capitale della Nocciola Gentile Romana D.O.P.: una varietà di nocciole coltivata nei Monti Cimini e che viene esportata in tutto il mondo. Non c’è nemmeno bisogno di dirvi di assaggiare i piatti (non solo i dolci!) a base di nocciole che si trovano nelle trattorie che si trovano vicino a Palazzo Farnese.

Una passeggiata al Lago di Vico

Se dopo aver visitato Palazzo Farnese non siete ancora soddisfatti potete avvicinarvi al Lago di Vico. Situato a pochissimi chilometri da Caprarola si trovano le spiagge e i sentieri intorno ad un’altra perla dei Cimini: il Lago vulcanico di Vico. Una passeggiata in queste terre è d’obbligo.

Visitare Palazzo Farnese: gli orari

Visitare Palazzo Farnese di Caprarola: gli orari
Palazzo Farnese è aperto dal martedì alla domenica dalle 8.30 alle 19.30. La biglietteria chiude alle ore 18.45. L’accesso al parco possibile fino dal martedì al Sabato a partire dalle 8.30 fino ad un’ora prima del tramonto, solo se lo permettono le condizioni Meteo.
È chiuso tutti i lunedì, il 1° gennaio e il 25 dicembre, salvo aperture straordinarie previste dal Ministero dei Beni Culturali dal quale Palazzo Farnese dipende.
L’ingresso costa intero €5 e ridotto €2,50. L’ingresso è gratuito la prima domenica del mese.

Come arrivare a Palazzo Farnese di Caprarola

Palazzo Farnese si trova in piazza Farnese, 1. 01032 Caprarola (Vt). Tel. 0761.646052.
Potete accedere alle indicazioni stradali tramite Google Maps.

Storie

I reperti archeologici nascosti di Vasanello

I reperti archeologici nascosti di Vasanello   0

Del Piombo, un punto di contatto tra Viterbo e i musei più importanti del mondo

Del Piombo, un punto di contatto tra Viterbo e i musei più importanti del mondo   0

L’archeologia subacquea nacque a Bolsena. La storia del villaggio villanoviano del Gran Carro

L’archeologia subacquea nacque a Bolsena. La storia del villaggio villanoviano del Gran Carro   0

Matteo Giovannetti e quei pennelli che unirono Viterbo ad Avignone

Matteo Giovannetti e quei pennelli che unirono Viterbo ad Avignone   0

Ecco la storia della “Campana di Canino”, la più antica della Cristianità secondo l’Archivio Segreto Vaticano

Ecco la storia della “Campana di Canino”, la più antica della Cristianità secondo l’Archivio Segreto Vaticano   0

Freud si fermò sul lago di Bolsena. Il ruolo della Tuscia nella nascita della psicologia

Freud si fermò sul lago di Bolsena. Il ruolo della Tuscia nella nascita della psicologia   0

Vicedomino Vicedomini, ecco il papa viterbese scomparso dalla storia

Vicedomino Vicedomini, ecco il papa viterbese scomparso dalla storia   0

Prima guerra mondiale, a Palazzo Farnese una donna americana fonda un’impresa

Prima guerra mondiale, a Palazzo Farnese una donna americana fonda un’impresa   1

La storia della Bella e la Bestia affonda le sue radici in una storia vera e vissero sulle sponde del lago di Bolsena

La storia della Bella e la Bestia affonda le sue radici in una storia vera e vissero sulle sponde del lago di Bolsena   0

Viaggio al Polo Nord, due viterbesi sulle orme di Babbo Natale

Viaggio al Polo Nord, due viterbesi sulle orme di Babbo Natale   0

La storia del viterbese che passò la notte di Natale in Antartide

La storia del viterbese che passò la notte di Natale in Antartide   0

‘I Diari della Motocicletta’ de La Fune pubblicati sul Magazine ufficiale della Piaggio

‘I Diari della Motocicletta’ de La Fune pubblicati sul Magazine ufficiale della Piaggio   0

Buon Sant’Andrea: breve storia della tradizione viterbese

Buon Sant’Andrea: breve storia della tradizione viterbese   0

Le carote viola viterbesi, una ricchezza scomparsa

Le carote viola viterbesi, una ricchezza scomparsa   0

Il Re archeologo svedese che venne a scoprire i tesori degli etruschi

Il Re archeologo svedese che venne a scoprire i tesori degli etruschi   0

Guida Michelin 2018: ad Acquapendente confermata la stella per La Parolina

Guida Michelin 2018: ad Acquapendente confermata la stella per La Parolina   0

A Villa Lante c’è un affresco di Cecco del Caravaggio, ma (quasi) nessuno lo sa

A Villa Lante c’è un affresco di Cecco del Caravaggio, ma (quasi) nessuno lo sa   0

Diocesi e Archeoares tratteggiano il volto turistico di Viterbo. La speranza sul Colle del Duomo

Diocesi e Archeoares tratteggiano il volto turistico di Viterbo. La speranza sul Colle del Duomo   0

‘Io vivaio del mio’, Viterbix e La Fune danno alle stampe un libro di satira politica viterbese

‘Io vivaio del mio’, Viterbix e La Fune danno alle stampe un libro di satira politica viterbese   0

1890, l’anno dell’esorcismo di Onano

1890, l’anno dell’esorcismo di Onano   0

Quando a Calcata c’era il “santo prepuzio di Gesù”, rubato nel 1983

Quando a Calcata c’era il “santo prepuzio di Gesù”, rubato nel 1983   0

Alle porte della Tuscia un’Ultima Cena di Leonardo precedente a quella di Milano

Alle porte della Tuscia un’Ultima Cena di Leonardo precedente a quella di Milano   0

Quando a Ferento nacque un imperatore della grande Roma, la storia di Otone Cesare Augusto

Quando a Ferento nacque un imperatore della grande Roma, la storia di Otone Cesare Augusto   0

Ecco la storia della “Campana di Canino”, la più antica della Cristianità secondo l’Archivio Segreto Vaticano

Ecco la storia della “Campana di Canino”, la più antica della Cristianità secondo l’Archivio Segreto Vaticano   0

Mario Viola, il pilota viterbese che perse la vita nella “sfida agli spazi atlantici”

Mario Viola, il pilota viterbese che perse la vita nella “sfida agli spazi atlantici”   0