Provinciali: vincono tutti, tranne i cittadini: “Ottimo risultato, il centro—stra è più forte”.

Provinciali: vincono tutti, tranne i cittadini: “Ottimo risultato, il centro—stra è più forte”.

Di fronte a un ente svuotato quasi di ogni potere, che potrebbe invece fare tanto, ma che ha sempre fatto meno di quello che avrebbe potuto, dagli elettori e dai cittadini, che poco si sono accorti della tornata, non rimane che l’indifferenza per una partita tutta politica che serve come prova generale per le prossime tornate elettorali e poco più

ADimensione Font+- Stampa

Alle elezioni provinciali di Viterbo che hanno portato all’elezione di Pietro Nocchi, candidato per Partito democratico e Moderati e Riformisti, hanno vinto tutti. Commenti entusiasti da parte della destra e della sinistra locale, ma la vera sconfitta è l’ennesima dei cittadini, lontani dalle scelte.

Sembra un piano perfetto che porta i cittadini lontano dalle decisioni e dall’elezione diretta dei propri rappresentanti, eletti invece da chi era già stato eletto. Così si leggono celebrazioni di migliaia di preferenze ottenute, foto celebrative per aver confermato il proprio potere, ma alla fine chi ha vinto davvero? Forse nessuno.

Il centrodestra unito ha guadagnato un consigliere rispetto a 2 anni fa. Il centrosinistra ha riguadagnato la presidenza nonostante i voti a disposizione fossero meno di 2 anni fa. Quindi, davvero, c’è qualcuno che può dirsi vinto o di aver vinto?

Di fronte a un ente svuotato quasi di ogni potere, che potrebbe invece fare tanto, ma che ha sempre fatto meno di quello che avrebbe potuto, dagli elettori e dai cittadini, che poco si sono accorti della tornata, non rimane che l’indifferenza per una partita tutta politica che serve come prova generale per le prossime tornate elettorali e poco più.