Vince il modello delle consulte: “il sindaco sia coerente e istituisca quelle per cultura e animali”

Vince il modello delle consulte: “il sindaco sia coerente e istituisca quelle per cultura e animali”

Il Movimento 5 Stelle di Viterbo scrive una nota per sostenere la richiesta avanzata al Comune dalle associazioni animaliste

ADimensione Font+- Stampa

Il Volontariato dimostra che vince il modello delle Consulte. Il Movimento 5 Stelle di Viterbo scrive una nota per sostenere la richiesta avanzata al Comune dalle associazioni animaliste “che hanno sollecitato il sindaco circa la costituzione della consulta degli animali”, poi allarga il ragionamento anche su quella alla cultura.

“L’importanza dell’organo collegiale, approvato dal consiglio comunale grazie a una mozione presentata dal Movimento 5 Stelle, è ancor più evidente alla luce del recente successo ottenuto da un’altra consulta, quella del volontariato, che è riuscita a far arrivare Viterbo tra le finaliste per la candidatura a capitale europea del volontariato. Considerato infatti l’ottimo risultato raggiunto dalla consulta e la deludente esperienza della candidatura a capitale della cultura portata avanti con i “vecchi metodi” si evidenzia come il confronto con le realtà associative possa rappresentare un valore aggiunto per le amministrazioni locali”.

Il Movimento 5 Stelle chiede poi al sindaco di andare oltre alle dichiarazioni sui giornali nei quali si dichiara favorevole a tali organi e di approvare, “insieme a quella degli animali anche la costituzione della consulta per la cultura ed alla luce dei motivi sopraesposti lo risollecitiamo ad iniziare l’iter per l’istituzione di entrambe.

Un confronto diretto con le realtà associative presenti sul territorio è una grande opportunità di miglioramento per il nostro Comune. Rimandare dimostrerebbe tra l’altro che la volontà della giunta è di non tenere conto delle indicazioni dei consiglieri comunali compresi quelli della stessa maggioranza che convintamente hanno votato la nostra mozione.

Durante la presentazione della candidatura di Viterbo come captale europea del volontariato, il primo cittadino, allora consigliere comunale, ha ricordato come avesse promosso la creazione della consulta del volontariato: ebbene chiediamo al sindaco di essere coerente con se stesso circa la costituzione di queste altre consulte che ripropongono gli stessi principi e le stesse validità. Non farlo dimostrerebbe al contrario che le belle parole espresse erano solo uno spot destinato alla stampa”.