Vicenda Esattorie, entro ottobre il bando per assegnare il servizio

Vicenda Esattorie, entro ottobre il bando per assegnare il servizio

38 lavoratori in mobilità dal primo settembre e un servizio che "galleggia" in attesa di tornare al pieno delle sue funzionalità. L'assessore Ciambella punta a fare rete con altri Comuni della Tuscia, per realizzare una riscossione innovativa e efficace.

ADimensione Font+- Stampa

Vicenda Esattorie, in arrivo la pubblicazione del bando per l’assegnazione del servizio. In queste ore si è tenuto un nuovo incontro interlocutorio, l’ultimo di una lunga serie, a Palazzo dei Priori con i comuni della provincia. A coordinare il tavolo il vice sindaco Luisa Ciambella, al centro il tema del bando che il Comune di Viterbo sta predisponendo per l’affidamento della riscossione tributi. All’appuntamento erano presenti i comuni di Ischia di Castro, Marta, Montalto e Nepi, il ragioniere capo di via Ascenzi Stefano Quintarelli, l’avvocato Manili, responsabile del servizio legale della Provincia e i rappresentanti sindacali di Cgil, Cisl, Uil e Fabi.

“Nell’incontro  – ha spiegato Ciambella  – ci siamo addentrati nel tecnico, partendo proprio dalle bozze dei capitolati di appalto del bando a corpo che il Comune di Viterbo pubblicherà entro il mese di ottobre. Nel pomeriggio abbiamo provveduto a inviare una lettera a tutti i comuni interessati alla soluzione individuata dal Comune di Viterbo per la gestione del servizio di riscossione tributi. Nella nota chiediamo di formalizzare l’adesione ufficiale attraverso delibera, entro il prossimo 29 settembre. Entro la prima decade di ottobre il Comune di Viterbo, coadiuvato dall’avvocatura della Provincia di Viterbo, elaborerà il contenuto della convenzione da sottoscrivere con i comuni viterbesi che aderiranno, in modo da poter procedere con il bando di gara. L’obiettivo che ci siamo prefissati – ha aggiunto l’assessore  – è quello di poter contare su un ufficio tributi all’avanguardia, in grado di poter gestire a 360 gradi l’intero servizio. Riscossione, ma anche consulenza ai cittadini e servizi di supporto accessori, tra cui un portale dedicato al contribuente. Un servizio efficiente, attento, in grado di contrastare e scoraggiare forme di evasione fiscale. E’ stato un incontro proficuo e produttivo. Dal primo settembre i 38 ex dipendenti di Esattorie hanno terminato il periodo di cassaintegrazione e sono entrati in mobilità. Questo ci responsabilizza ulteriormente, sia sulle tempistiche da rispettare, sia sulle modalità, in particolar modo per quel che riguarda l’inserimento della clausola di salvaguardia per gli ex lavoratori di Esattorie”.

Il vice sindaco Ciambella torna nuovamente alla data del 29 settembre. “Mi rivolgo ancora una volta ai colleghi amministratori dei comuni che condividono questa nostra soluzione. In questi giorni è fondamentale giungere a una decisione definitiva che inequivocabilmente ci porti a capire chi sarà della partita e chi no. Un passaggio che ci consentirà di poter procedere a bandire la gara europea per individuare chi andrà a gestire il servizio di riscossione dei tributi entro i primi mesi del 2015. Sottolineo che stiamo lavorando a un progetto altamente innovativo, che non ha precedenti nella nostra provincia. Invito pertanto tutte le amministrazioni a valutare con attenzione questo importante progetto”.