Via Cairoli si fa bella. Dopo 30 anni Palazzo dei Priori ci investe 400mila euro

Via Cairoli si fa bella. Dopo 30 anni Palazzo dei Priori ci investe 400mila euro

“Nuova vita per via Cairoli a Viterbo garantendo al tempo stesso l'accessibilità per le attività economiche e i residenti. Erano trent'anni che non si metteva mano a questa zona con il rifacimento della pavimentazione. L'ultima, negli anni '80, quando venne in città Giovanni Paolo II”. A dichiararlo è l'assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Viterbo, Alvaro Ricci.

ADimensione Font+- Stampa

“Nuova vita per via Cairoli a Viterbo garantendo al tempo stesso l’accessibilità per le attività economiche e i residenti. Erano trent’anni che non si metteva mano a questa zona con il rifacimento della pavimentazione. L’ultima, negli anni ’80, quando venne in città Giovanni Paolo II”. A dichiararlo è l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Viterbo, Alvaro Ricci.

“Circa 400mila euro – prosegue Ricci – con i lavori iniziati ieri. Termineranno tra la fine di quest’anno e l’inizio del prossimo. Gli interventi si articoleranno in due fasi e verranno interrotti in coincidenza con le festività di Santa Rosa quando la via tornerà ad essere accessibile a tutti in vista del Trasporto della Macchina. Questo per non bloccare uno snodo decisivo durante la festa più importante della nostra città”.

La prima fase dei lavori riguarderà la parte a valle (tratto compreso tra piazza dei Caduti e via delle Piagge). La conclusione dei lavori è prevista per la fine dell’estate con interruzione in vista del Trasporto della Macchina di Santa Rosa. Subito dopo le festività di settembre verrà avviata la seconda fase attuata in maniera tale da consentire sempre l’accessibilità alla attività commerciali presenti nella via e ai residenti.

“Particolare attenzione – spiega Ricci – verrà prestata all’incrocio tra via Cairoli e piazza dei Caduti, così all’incrocio con via Emilio Bianchi dove è prevista anche la realizzazione di un’aiuola con alberi come quelli già piantati lungo via Marconi”.

“Lo stato manutentivo della via – si legge invece nella relazione tecnica che accompagna l’ordinanza comunale riguardante i lavori – presenta notevoli problematiche dovute all’elevato volume di traffico che transita sulla via, compresi autobus del trasporto pubblico. Inoltre le manutenzioni che non sono state più fatte negli ultimi anni hanno portato ad avere una serie di avvallamenti dovuti allo sfondamento della sottostante soletta”, mentre “i cubetti di porfido sono sconnessi sulla quasi totalità della via e in alcune parti sono assenti e sostituiti da toppe d’asfalto”.

“Un intervento necessario – sottolinea l’assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Viterbo – che va inserito all’interno di una visione generale della città. Una serie di lavori che abbiamo messo in campo e che verranno realizzati nei prossimi mesi che puntano a riqualificare parti fondamentali del tessuto urbano cittadino per rendere Viterbo e tutto il suo territorio il più possibile alla portata di cittadini e turisti. Una piccola rivoluzione urbana – conclude Alvaro Ricci – iniziata con la chiusura al traffico del centro storico e che oggi prosegue con la valorizzazione urbanistica della città e dei territori. Perché una città è tale solo se chi la visita, ci lavora e abita si sente sempre a proprio agio. All’insegna del benessere e della qualità della vita”.

Banner
Banner
Banner