Vetralla non è un paese per disabili. Sottopassaggio non a norma e rischio della vita sulla Cassia

Vetralla non è un paese per disabili. Sottopassaggio non a norma e rischio della vita sulla Cassia

A Vetralla se sei in carrozzina non puoi usare il sottopassaggio per attraversare la Cassia ma devi farti il segno della croce e scendere in carreggiata.

ADimensione Font+- Stampa

A Vetralla se sei in carrozzina non puoi usare il sottopassaggio per attraversare la Cassia ma devi farti il segno della croce e scendere in carreggiata.

La denuncia viene da Gennaro Giardino ed è stata ripresa da Radiogiornale, venendo ripresa dalla community Handyblog. “Come potete osservare dalla foto (un fotomontaggio che però dimostra com’è la realtà dei fatti) è evidente tutto il disagio che i nostri amici disabili sono costretti a sopportare nel nostro paese – scrive Giardino -.

Cambiano le amministrazioni ma la situazione resta sempre la stessa: un sottopassaggio non a norma per l’abbattimento delle barriere architettoniche, che porta coloro con disabilità fisica ad attraversare la Cassia correndo un alto rischio. Da sottolineare inoltre che tale strada si presenta priva di segnaletica orizzontale o verticale. Il pericolo è all’ordine del giorno Mi auguro che questa attuale amministrazione già inserita da circa nove mesi possa fare i dovuti, direi urgenti, interventi per facilitare i nostri cittadini disabili”.

Natale Viterbo