“Vergognoso che non paghi”. Minchella ancora contro Moltoni, poi Volpi attacca la maggioranza

“Vergognoso che non paghi”. Minchella ancora contro Moltoni, poi Volpi attacca la maggioranza

Una vicenda che rischia di far saltare ancora una volta il banco della maggioranza. Oltre agli scontenti Troili e Mongiardo, ci sono anche altri che fremono. Basta leggere quel che scrive Marco Volpi, altro consigliere Pd.

ADimensione Font+- Stampa

Non finisce il botta e risposta tra Martina Minchella e Francesco Moltoni in merito alla decadenza di quest’ultimo. Dopo che il Consiglio comunale ieri è saltato a causa di assenze della maggioranza probabilmente legate anche al fatto che ci sia la decadenza al primo punto all’ordine del giorni, la consigliera ha attaccato tutti gli assenti, di maggioranza e opposizione, raccontando di ipotetiche (fantomatiche?) alleanze trasversali per raggiungere non si sa quale obiettivo e ha annunciato l’inizio di una raccolta firme.

Dichiarazioni (qui), scritte dalla sala del Consiglio comunale insieme alla consigliera Daniela Bizzarri che le era seduta a fianco, alle quali ha replicato il consigliere Moltoni. “Vogliono farmi secco – dice qui – e recuperare un uomo più allineato, il primo dei non eletti. Questo gli tornerà utile in fase di approvazione di bilancio”.

Dichiarazioni alle quali contro replica la giovane consigliera Pd. “Un dato è chiaro – scrive Minchella – il Consigliere Moltoni non ha pagato ai cittadini viterbesi e al Comune il danno provocato, gli interessi e le rivalutazioni monetarie, come avrebbe dovuto fare ascoltando quanto è stato ribadito in tutti i gradi di giudizio. È vergognoso che tanti cittadini per non aver pagato il dovuto al fisco e all’erario hanno subito conseguenze pesantissime e chi appartiene alla casta minacci di querelare chi vuole far pagare il danno provocato al Comune e quindi ai cittadini viterbesi, se non fosse tutto vero ci sarebbe da ridere”.

Una vicenda che rischia di far saltare ancora una volta il banco della maggioranza. Oltre agli scontenti Troili e Mongiardo, ci sono anche altri che fremono. Basta leggere quel che scrive Marco Volpi, altro consigliere Pd, su Facebook. “Per un voto in più – scrive senza citare l’argomento, che però è chiaro – infangano la dignità, disprezzano la giustizia, mascherano la verità, calpestano la democrazia”.

Decarta racconta la Tuscia