Urcionio, ci scrive un lettore: “Impressionante che la situazione si ripeta da anni”

Urcionio, ci scrive un lettore: “Impressionante che la situazione si ripeta da anni”

Il lettore ci invia una mail per portare ancora una volta l’attenzione su una vicenda, quella dell’inquinamento dell’Urcionio all’altezza del Freddano, sulla quale assistiamo ad un silenzio imbarazzante delle Istituzioni locali, che sembra essere sempre la stessa.

ADimensione Font+- Stampa

Su Urcionio e inquinamento ci scrive un lettore: “È impressionante come sia impressionante che tale situazione si ripeta da anni”. Il lettore ci invia una mail per portare ancora una volta l’attenzione su una vicenda, quella dell’inquinamento dell’Urcionio all’altezza del Freddano, sulla quale assistiamo ad un silenzio imbarazzante delle Istituzioni locali, che sembra essere sempre la stessa.

La questione della puzza e della sporcizia del fiume viterbese è infatti rintracciabile nella recente storia del giornalismo locale. Abbiamo trovato nell’archivio di TusciaWeb, con il supporto del lettore, una lettera di Francesco Mecucci (attuale direttore di Move Magazine) di ben 10 anni fa, che chiedeva conto, in seguito ad altre lettere inviate da altri lettori, della situazione in cui versava l’Urcionio.

All’epoca i gestori del depuratore dissero che non dipendeva da loro e mostrarono le analisi sostenendo che le acque fossero pulite. “È impressionante – scrive il lettore – che tale situazione si ripeta da anni e come non sembra esserci interesse da parte delle istituzioni competenti”.

Sulla vicenda il sindaco Michelini è stato recentemente interrogato in Consiglio comunale dal consigliere Gianluca De Dominicis (qui), senza troppa fortuna. Michelini ha risposto che doveva attendere l’arrivo della dirigente Ciambella per dare risposte più precise. Ma poi le risposte non sono arrivate. Sul tema anche un intervento del consigliere Pd Melissa Mongiardo (qui) e una interrogazione parlamentare del cinque stelle Massimiliano Bernini (qui).

Decarta racconta la Tuscia