Unione, tra un anno tornerà alla città. Scaparro in pole per curare le prime stagioni

Unione, tra un anno tornerà alla città. Scaparro in pole per curare le prime stagioni

Direttamente dalla Firenze, che ha lanciato Matteo Renzi, arriva a Viterbo il maestro Scaparro. Oggi lo hanno accompagnato a un sopralluogo all'Unione, probabilmente sarà lui a rilanciare il teatro viterbese.

ADimensione Font+- Stampa

Teatro Unione 03L’Unione si fa bella e il sindaco Leonardo Michelini fissa un appuntamento tra il teatro, chiuso da troppi anni, e i viterbesi. Ottobre 2015, questa la data data. Nel pomeriggio il primo cittadino, con al fianco l’assessore alla Cultura Antonio Delli Iaconi, hanno accompagnato in visita alla struttura il regista, critico teatrale e direttore artistico del Teatro La Pergola della Firenze, che ha dato i natali politici a Matteo Renzi, Maurizio Scaparro. Con loro anche Marco Giorgetti, direttore generale della Fondazione La Pergola e gli architetti Giuseppe De Boni e Ugo colombari, progettisti dell’intervento di ristrutturazione dell’ultimo lotto.

Presenti all’appuntamento anche Paolo Pelliccia, esperto di teatro e commissario straordinario al Consorzio Biblioteche Viterbo, e l’attore Marco Paoli, ex allievo di Giorgetti. Insomma, si riaccende l’attenzione intorno all’Unione.

Per completare i lavori mancano ancora graticcia, palco e terzo lotto. Interventi per più di un milione di euro. Ma, da quanto ne sappiamo, sono stati già stanziati dalla Regione Lazio.

LEGGI “REGIONE, STANZIATI DUE MILIONI E MEZZO PER I TEATRI DELLA TUSCIA”

In molti si chiederanno: perché questa visita? Semplice, nelle intenzioni dell’amministrazione Michelini c’è l’intenzione di affidare il riavvio dell’Unione proprio a Scaparro. Su il sipario!