“Importante avere il Santo Padre”

“Importante avere il Santo Padre”

No Papa, no trasporto straordinario? Non è proprio così ma la presenza del pontefice è un qualcosa di importante che bisogna riuscire a portare a casa. Così la data del 31 maggio, indicata da Michelini, per il trasporto diventa poco probabile.

ADimensione Font+- Stampa

31 maggio ko. La data del trasporto straordinario della Macchina di Santa Rosa data in pasto in questi giorni al Messaggero di Viterbo dal sindaco Leonardo Michelini è fuori gioco. Ad alzare la bandierina il presidente del Sodalizio Massimo Mecarini che in un’altra intervista su Tusciaweb la bolla così “è solo una delle ipotesi e la meno certa”. Nessun numero sul calendario infatti è stato ancora deciso e il giorno buono dovrà comunque essere frutto di una concertazione tra sindaco, Sodalizio, costruttori della Macchina ma soprattutto Santa Sede.

 

 

No Papa, no trasporto?

Sicuramente la presenza del pontefice è gradita, attesa e particolarmente importante. Il trasporto straordinario, lanciato come idea già nel grande giorno di Baku (4 dicembre) per festeggiare il titolo di patrimonio immateriale dell’Unesco riconosciuto alla Macchina di Santa Rosa, è nelle intenzioni di tutti. Tanto che il sindaco Michelini ha scritto già al presidente della Regione Lazio Zingaretti per farci inviare “la carbonella”, leggasi il denaro per l’occasione. E’ però volontà di tutti i viterbesi che il “campanile che cammina” sfili davanti agli occhi di Papa Francesco. E’ quindi necessario trovare una data che renda possibile all’erede di San Pietro la venuta a Viterbo. Quella del 31 è la risposta errata. Perché, come vi abbiamo raccontato nell’articolo di ieri, l’agenda pontifica è già occupata dalle celebrazioni per la chiusura del mese mariano.

 

 

Le date di Massimo Mecarini

Nel lotto delle date per il trasporto straordinario Mecarini, nell’intervista a Tusciaweb, punta su primo giugno o il 7. Ma a chiudere la partita deve essere la parola del Vaticano.

 

 

I precedenti storici

Il primo trasporto straordinario della storia della Macchina  venne effettuato il primo luglio 1983, per celebrare il 750esimo anniversario della nascita di Santa Rosa. Il secondo è appena a un anno di distanza: 27 maggio 1984. L’occasione fu data dall’arrivo in città di papa Giovanni Paolo II.