Una giornata in omaggio a San Bonaventura a Palazzo Alemanni

Una giornata in omaggio a San Bonaventura a Palazzo Alemanni

Ottocento anni dalla nascita di San Bonaventura. A conclusione dell'ottocentenario il Museo Geologico e delle Frane e l'Associazione Geo Teverina, con il patrocinio del Comune di Bagnoregio, hanno organizzato un evento dedicato al Santo.

ADimensione Font+- Stampa

Ottocento anni dalla nascita di San Bonaventura. A conclusione dell’ottocentenario il Museo Geologico e delle Frane e l’Associazione Geo Teverina, con il patrocinio del Comune di Bagnoregio, hanno organizzato un evento dedicato al Santo.

Appuntamento per sabato 16 dicembre a partire dalle ore 16 a Palazzo Alemanni (Civita). Il programma prevede la presentazione dell’itinerario Bagnoregio-Civita di San Bonaventura; la proiezione di un documentario sui luoghi di San Bonaventura a Bagnoregio e Civita; l’inaugurazione della nuova sezione del Museo dedicata al Santo e il Concerto del Duo “UT UNUM SINT – STRUMENTI DI PACE” (Raffaella Sabatini, violino & Daniela Sabatini, pianoforte) con estratti dall’opera “Doctor Seraphicus – S. Bonaventura da Bagnoregio”. Al termine dell’iniziativa sarà offerto un rinfresco.

“San Bonaventura, dottore della Chiesa e autore della Legenda Maior di San Francesco, è figura centrale nel nostro paese. Importante questo evento di chiusura dell’ottocentenario e il lavoro svolto: dalla sezione del Museo a lui dedicata, passando per il documentario sui luoghi in cui visse e operò tra Bagnoregio e Civita e la definizione di un itinerario di questi posti. E’ questo della riscoperta e messa al centro di San Bonaventura un cammino lungo ma che come amministrazione dobbiamo percorrere.

Anche perché riscoprire il legame tra San Bonaventura, San Francesco e l’arte internazionalmente nota di Giotto è una delle direttrici possibili per accrescere lo sviluppo turistico e quindi il benessere del nostro territorio. Ringrazio il Museo Geologico e delle Frane e l’Associazione Geo Teverina per il prezioso lavoro svolto”. Queste le parole del sindaco di Bagnoregio Francesco Bigiotti.

L’esibizione del Duo culmina le celebrazioni musicali per l’ 8° centenario della nascita di San Bonaventura da Bagnoregio (1217-1274) che le sorelle musiciste e Terziarie francescane Daniela e Raffaella Sabatini con il loro Duo ‘‘Ut Unum Sint- Strumenti di Pace’’ hanno realizzato a Bagnoregio e a Viterbo e che hanno visto la prima esecuzione mondiale di due autentici affreschi musicali scritti dalla compositrice Daniela Sabatini : “Doctor Seraphicus”, la prima biografia “in musica” di San Bonaventura e “Legenda Maior”, ispirata al capolavoro letterario del grande Santo.

Questo omaggio musicale a San Bonaventura, particolarmente significativo in quanto si svolge proprio nella sua natìa Civita di Bagnoregio, verrà introdotto da una breve prolusione della stessa autrice su “San Bonaventura e la musica – San Bonaventura nella musica”, a cui seguirà l’esecuzione da parte del Duo “Ut  Unum sint- Strumenti di Pace” di alcuni brani tratti da ‘‘Doctor Seraphicus’’ particolarmente incentrati sull’intenso legame fra il grande Santo e la sua terra natìa, per concludersi con l’ Inno scritto ‘‘a quattro mani’’ dalle due musiciste e con cui culmina inoltre l’intera composizione:  “Doctor Seraphicus, vanto di Civita, San Bonaventura di Bagnoregio il Patrono”.

Al termine dell’iniziativa sarà offerto un rinfresco.