“Un Presepe realizzato in un luogo istituzionale da tutti i consiglieri viterbesi”. La mozione dei forzisti Sberna e Marini

“Un Presepe realizzato in un luogo istituzionale da tutti i consiglieri viterbesi”. La mozione dei forzisti Sberna e Marini

"Abbiamo presentato nella giornata di oggi una mozione in consiglio comunale che impegni il sindaco e la giunta a realizzare in un luogo istituzionale un Presepe per le prossime festività natalizia. Un gesto semplice ma di alto valore simbolico finalizzato a celebrare la nostra fede e affermare le radici della nostra identità cristiana, coinvolgendo nella sua realizzazione tutti gli eletti in consiglio". Così i consiglieri di Forza Italia Antonella Sberna e Giulio Marini.

ADimensione Font+- Stampa

“Abbiamo presentato nella giornata di oggi una mozione in consiglio comunale che impegni il sindaco e la giunta a realizzare in un luogo istituzionale un Presepe per le prossime festività natalizia. Un gesto semplice ma di alto valore simbolico finalizzato a celebrare la nostra fede e affermare le radici della nostra identità cristiana, coinvolgendo nella sua realizzazione tutti gli eletti in consiglio”. Così i consiglieri di Forza Italia Antonella Sberna e Giulio Marini.

“Nella mozione infatti chiediamo che sia proprio ciascun componente del Consiglio Comunale, espressione della cittadinanza, a farsi testimone dell’identità culturale e religiosa delle nostre comunità, in particolare con l’approssimarsi delle festività natalizie e a fornire le statuine e gli addobbi per il Presepe per non gravare sulle casse comunali – continuano i due consiglieri azzurri -.

La realizzazione e l’inaugurazione di un Presepe in una sede istituzionale, come pure negli istituti scolastici e nelle altre istituzioni e aziende di competenza dell’Amministrazione, rappresenterà un’occasione preziosa per promuovere una maggiore conoscenza delle nostre tradizioni e della nostra cultura. Attorno a questo simbolo si potranno riunire tutti i cittadini, i rappresentanti delle istituzioni, le comunità straniere presenti sul territorio comunale, il consiglio degli stranieri, le associazioni di volontariato e culturali, i docenti, gli studenti e le famiglie.

Ci auguriamo possa essere un momento di pace, speranza e riflessione fondato sulla nostra identità e sui nostri valori”.