Un murales per combattere il degrado nel borgo di Bagnaia

Un murales per combattere il degrado nel borgo di Bagnaia

L’arte come strumento per combattere il degrado e riqualificare i centri urbani. Domani, mercoledì 7 febbraio, alle ore 11, a Bagnaia si terrà la presentazione alla stampa e alla popolazione dei murales del primo tratto del  ollegamento da Piazza XX Settembre a Piazzale Don Egisto Fatiganti (Valle Pierina).

ADimensione Font+- Stampa

L’arte come strumento per combattere il degrado e riqualificare i centri urbani. Domani, mercoledì 7 febbraio, alle ore 11, a Bagnaia si terrà la presentazione alla stampa e alla popolazione dei murales del primo tratto del  ollegamento da Piazza XX Settembre a Piazzale Don Egisto Fatiganti (Valle Pierina).

La realizzazione dell’opera d’arte è stata curata dagli allievi dell’Accademia delle Belle Arti Lorenzo da Viterbo che hanno scelto come tema del murales la valorizzazione delle peculiarità del borgo di Bagnaia esaltandone le eccellenze e le sfumature migliori partendo dalla tradizione, sempre viva, del Sacro Fuoco.

L’intervento, fortemente voluto dall’amministrazione comunale, dal sindaco Leonardo Michelini, e in modo particolare dal vicesindaco Luisa Ciambella e dal consigliere comunale Arduino Troili, rappresenta una evidente azione volta al recupero del degrado urbano.

Alla presentazione prenderanno parte il consigliere comunale Arduino Troili e il vicesindaco Luisa Ciambella, che hanno voluto rimarcare “l’importanza di questa collaborazione tra l’Accademia delle Belle Arti e l’Amministrazione Comunale che offre la possibilità ai giovani di diventare protagonisti della riqualificazione di luoghi importanti della città. Il loro talento e la loro sensibilità artistica sono stati trasferiti in un’opera d’arte che rappresenta la tradizione di Bagnaia e della comunità che la vive. Vogliamo, pertanto, invitare tutta la popolazione a partecipare a questa iniziativa per rafforzare ancora di più il loro legame con la storia e la memoria”.