Un monumento per i caduti della 2^ guerra mondiale

Un monumento per i caduti della 2^ guerra mondiale

Il sindaco Michelini ha annunciato in Consiglio comunale la volontà dell'amministrazione di ricordare i caduti civili della seconda guerra mondiale. Il precedente monumento fu rubato.

ADimensione Font+- Stampa

“Ricorderemo i caduti civili della seconda guerra mondiale”. A pochi giorni dal 71esimo anniversario del bombardamento che colpì Viterbo nel 1944, il sindaco Leonardo Michelini ha annunciato in Consiglio comunale l’intenzione di ricordare i caduti. “Vogliamo dire che Viterbo si ricorda dei propri caduti. Purtroppo le ristrettezze economiche non ci permetteranno un grosso investimento, ma ricorderemo in qualche modo i caduti civili”.

Insomma una targa, o un piccolo monumento, per adesso. Viterbo aveva già un’opera dedicata ai martiri della seconda guerra mondiale, ma fu rubata durante i lavori per la realizzazione di piazza Unità d’Italia. Era l’opera Risveglio d’Europa donata alla città da Alessio Paternesi.

Recentemente è stata invece inaugurata una lapide per ricordare le vittime dei bombardamenti che da altre città si erano rifugiate a Viterbo (leggi qui).