Un gruppo di giovani viterbesi pronti a ridare vita a un teatro cittadino. Il progetto è top secret

Un gruppo di giovani viterbesi pronti a ridare vita a un teatro cittadino. Il progetto è top secret

Prendere un teatro viterbese e farlo rinascere, con una serie di eventi e iniziativa innovative. Questa l'idea accarezzata dal musicista viterbese Michele Villetti che da alcuni mesi è al lavoro su un progetto al momento top secret.

ADimensione Font+- Stampa

Prendere un teatro viterbese e farlo rinascere, con una serie di eventi e iniziativa innovative. Questa l’idea accarezzata dal musicista viterbese Michele Villetti che da alcuni mesi è al lavoro su un progetto al momento top secret.

Le indiscrezioni parlano di un “colpaccio” che lo stesso Villetti avrebbe messo in canna e che dovrebbe essere sparato per l’inaugurazione. Si parla di roba grossa, di una figura di calibro internazionale pronta a venire nel capoluogo della Tuscia per dare manforte al progetto.

Sta lavorando al tutto una squadra di giovani e giovanissimi. Gente che comunque ha contatti con mezzo mondo e un bel bagaglio di esperienze, anche di livello, alle spalle. Il contenitore di incubazione è ‘La Repubblica delle Arti’, movimento nato all’interno dell’Università della Tuscia diversi anni fa.

Villetti, contattato da La Fune, ha fatto scena muta. “Non parlo neanche sotto tortura”. Però ha confermato le indiscrezioni: qualcosa di grosso bolle in pentola. Anzi, pare che sarà necessario un pentolone.