Un francobollo per i 600 anni della Madonna della Quercia: l’annullo sarà presentato il 25 novembre

Un francobollo per i 600 anni della Madonna della Quercia: l’annullo sarà presentato il 25 novembre

In programma anche visite guidate al Santuario il 26 e 27 novembre a partire dalle 16. Sarà anche riaperto il museo degli ex voto, che custodisce 206 lavori in legno. Il 27 iniziativa con gli Igers di Viterbo e provincia.

ADimensione Font+- Stampa

Un francobollo per celebrare la Basilica de La Quercia a 600 anni dall’inizio della devozione per la Madonna della Quercia. L’annullo filatelico sarà presentato nel coro della Basilica il prossimo 25 novembre alle 10.30, una iniziativa che inaugura una serie di appuntamenti che dureranno fino al 27 novembre che serviranno per celebrare il Santuario. Il francobollo fa parte di una raccolta che il Mibact ha voluto per celebrare il patrimonio culturale del paese e sarà raccolto in un pacchetto contenente anche delle cartoline con le foto della Basilica. L’iniziativa della Basilica è sostenuta con forza dall’ordine di Malta, dalla Proloco di Viterbo e da Confartigianato, che, come ha annunciato il direttore Andrea De Simone, utilizzerà il francobollo come dono per gli esponenti governativi in occasione dell’elezione del presidente nazionale di Confartigianato. “Seicento anni di devozione – ha detto il vescovo Lino Fumagalli – sono un patto d’amore tra i viterbesi e la Madonna”. “All’iniziativa – ha detto don Massimiliano della Basilica de La Quercia – se ne aggiungeranno altre insieme alla Proloco di Viterbo con la quale renderemo fruibile a tutti vero e proprio patrimonio, da riscoprire e valorizzare”. “Oltre all’aspetto culturale-artistico – ha detto la presidente della Proloco Irene Temperini – l’obiettivo è quello fare di questo luogo un faro sempre di più”.

In programma anche visite guidate il 26 e 27 novembre a partire dalle 16. Sarà anche riaperto il museo degli ex voto, che custodisce 206 lavori in legno. Il 27 iniziativa con gli Igers di Viterbo e provincia. Ha collaborato anche Mauro Galeotti che fornisce didascalie e immagini dell’epoca in una mostra.

La collaborazione tra Proloco di Viterbo e la Basilica del Santuario de La Quercia proseguirà con una serie di iniziative, che saranno annunciate a breve.