Un falò acceso nella notte in via dell’Orologio Vecchio, Sberna rimarca l’allarme degrado in centro

Un falò acceso nella notte in via dell’Orologio Vecchio, Sberna rimarca l’allarme degrado in centro

La consigliera comunale Antonella Sberna, da sempre in prima linea sulla questione sicurezza, denuncia l’ennesimo atto vandalico: un falò acceso stanotte in via S. Maria Egiziaca.

ADimensione Font+- Stampa

“Non c’è pace per la zona di via dell’Orologio Vecchio”. La consigliera comunale Antonella Sberna, da sempre in prima linea sulla questione sicurezza, denuncia l’ennesimo atto vandalico: un falò acceso stanotte in via S. Maria Egiziaca.

“Raccolgo, purtroppo, ancora una volta la segnalazione del Comitato dei residenti di via dell’Orologio vecchio, esasperati dalla situazione di degrado, furti, incendi e malvivenza con cui sono costretti a convivere da troppo tempo. La scorsa settimana, dopo aver incontrato insieme all’assessore Ciambella un loro rappresentante, ho rivolto un appello al prefetto per la creazione di un tavolo istituzionale con i delegati di tutte le zone in emergenza sicurezza della città. Il 26 aprile la problematica è stata inserita tra le priorità all’ordine del giorno del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica, coordinato dal prefetto Rita Piermatti. Anche in questa zona centrale di Viterbo saranno avviati, da parte delle Forze dell’ordine, controlli seri e serrati”.

“Bene l’attenzione dell’amministrazione e del Comitato per l’Ordine e la Sicurezza pubblica che, in una settimana, hanno ricevuto ed affrontato il problema ma – evidenzia Sberna – l’emergenza è immediata e reale. Servono quindi interventi urgenti ed efficaci per riportare almeno una situazione di sicurezza e normalità per gli abitanti, in attesa delle più ampie misure strutturali annunciate ma che necessariamente richiedono più tempo”.